lunedì 16 aprile 2018

OUTSIDE THE IVORY TOWER CREATIVITY MAKES A BETTER LIFE


Milano presenta l’innovativa area di Guangzhou, dove ricerca accademica e sviluppo industriale si incontrano, creando ottime possibilità di sinergia
anche per l’eccellenza creativa italiana

LABORATORIO FORMENTINI PER L’EDITORIA
Via Marco Formentini 10
17 – 22 aprile 2018
Orari di apertura: 10.30-19.30
Ingresso libero


Durante il Fuorisalone 2018 il Laboratorio Formentini per l’Editoria ospita dal 17 al 22 aprile la mostra/evento “Outside the Ivory Tower: creativity makes a better life”, organizzata dall’unione tra il Guangzhou National Advertising Industrial Park e la Guangzhou Academy of Fine Arts (GAFA), che insieme formano una delle realtà più all’avanguardia del sud della Cina nell’ambito del design e dell’industria pubblicitaria, dove si integrano perfettamente sviluppo industriale, universitario e ricerca.
Una possibilità di networking per aziende, agenzie, professionisti e università, unica nel suo genere, che ha già all’attivo la nascita di numerosi brand e progetti di design su scala internazionale, statale e locale e che guarda con crescente interesse ai talenti dell’industria culturale italiana in un’ottica di investimenti e partnership.
Curata dal designer e creativo Cao Xue, responsabile del Guangzhou National Advertising Industry Park, preside della Scuola di Arti Visive e Design della Guangzhou Academy of Fine Arts, nonché direttore dell'Istituto asiatico di cultura visiva, organizzata in collaborazione con TVN Media Group e patrocinata dalla Fondazione Italia Cina, la mostra/evento di Milano presenta un “ecosistema” sinergico, riflesso di un paese sempre più protagonista all’interno del mercato globale, che ambisce al ruolo di prima potenza industriale entro il 2049 (anno del centesimo anniversario della fondazione della Repubblica Popolare Cinese) e che, sotto la spinta del piano “Made in China 2025”, sta puntando a un deciso ripensamento della propria industria.
Nel cuore di Brera trova spazio una panoramica innovativa su quella che, a tutti gli effetti, può essere considerata come la “Silicon Valley d’Oriente”, un hub leader nel campo dell’arte, del design e dell’advertising, in grado di sintetizzare l’essenza della filosofia e della cultura cinese attraverso concetti creativi unici.
Time development, regional culture, urban construction e life aesthetic sono i punti cardinali lungo cui si snoda il progetto espositivo dedicato all’area di Guangzhou. In mostra i rendering dei futuri sviluppi urbanistici dell’area di Guangzhou, video, oltre a oggetti di design come l’imbuto 2in1 Kitchen Funnel  (Reddort Awards 2016) di Zhang Jiang, professore di Industrial Design alla Guangzhou Academy of Fine Arts e considerato uno dei principali designer industriali cinesi, o ancora il nuovo logo della città di Guangzhou disegnato da Cao Xue e che mette  in evidenza lo stile di una città internazionale, moderna e intelligente: la torre, riferimento della città, è simile  alle vele delle barche e agli uccelli, simboli dello spostamento per antonomasia.
Industry Park e GAFA sono riusciti a creare in Cina uno straordinario processo di integrazione tra business e formazione, industria e accademia. È proprio grazie alla connessione tra teoria e pratica che si supera il dualismo tra inside e outside the tower: le risorse interne ed esterne all’accademia interagiscono tra loro, sullo stesso piano, per giungere alla realizzazione finale di un progetto.

La Guangzhou Academy of Fine Arts (GAFA), l’accademia di arte e design situata nel sud della Cina, in una posizione strategica rispetto a Hong Kong e Macau, negli ultimi anni ha contribuito attivamente allo sviluppo economico e culturale non solo di Guangdong, ma della Cina intera. L’area è diventata un centro pionieristico per quanto riguarda il dipartimento di Design, sviluppando tutte le fasi della filiera, dall’ideazione alla realizzazione finale.
Il Guangzhou National Advertising Industrial Park, progetto governativo, centro dell’economia e dell’advertising, primo nel suo genere ad appoggiarsi ad un’università, è diviso in due zone (A e B): la zona A poggia sulla Guangzhou Academy of Fine Arts, nel quale campus è situato l’edificio principale, mentre la zona B poggia sul Guangzhou International Media Harbour, la nuova sede centrale della Guangzhou Radio and Television station, operativa dall’agosto del 2015.

Ne deriva una realtà all’avanguardia dove si combinano industria, istruzione, design e pubblicità, che ad oggi conta 15 aziende specializzate in diversi campi, come l’editoria (SANDU Cultural Media), il design (Guangzhou Jimei Design Engineering; Guangzhou College of Fine Arts Furniture Design & Research Institute; Fang Suo Commune), il marketing (Guangdong Insight Brand Marketing Group), la creatività (GAFA & Yulan Creative Institute of Furnishings Art), la pubblicità (Mixmind Art & Design Co).
 
OUTSIDE THE IVORY TOWER: CREATIVITY MAKES A BETTER LIFE

Sede: Laboratorio Formentini, via M. Formentini 10
Quando: dal 17 al 22 aprile 2018
Orari: 10.30-19-30 | Ingresso libero
(Come arrivare: Tram 1, 2, 4, 12, 14; Bus 57, 61; M2 Lanza)

Curatore: Cao Xue Team curatoriale: Liu Pingyun, Yu Zuochao
Assistenti curatoriali: Fang Xin, Peng Cheng, Hong Rongman, Chen Han, Ning Hang, Song Danni, Lin Zilin
Mostra promossa da:
Guangzhou Academy of Fine Arts
Guanzhou National Advertising Industry Park
Dipartimento della cultura della provincia di Guangdong
Amministrazione per l'industria e il commercio della provincia di Guangdong
Con il supporto di:
Ufficio culturale dell’Ambasciata cinese in Italia
Amministrazione per l'industria e il commercio della città di Guangzhou
Ufficio amministrativo del Guangzhou National Advertising Industry Park
Organizzatori: Centro sviluppo creativo moderno di pubblicità di Guangdong, TVN Media Group
Co-organizzatori:
Guangzhou International Media Harbour
Comitato per la progettazione artistica degli artisti della provincia di Guangdong
Shenzhen Graphic Design Association
Dongguan Gafa Cultures & Creativity Institute; Asian Institute of Visual Culture
Con il patrocinio di: Fondazione Italia Cina



“WORLD DESIGN WEEKS ASIA IN MILAN”
LE CITTÀ DELL’ANNO – BEIJING & TOKYO





HARMONY WITH NATURE
A cura di Xu Ping e Lin Cunzhen

A cura del gruppo Naked

TRIENNALE DI MILANO
Viale Emilio Alemagna 6
17-22 aprile 2018
Orari di apertura 10.30-22.00
Ingresso libero

In occasione del Fuorisalone 2018 il World Design Weeks Asia ha invitato le città di Pechino e Tokyo a presentare, dal 17 al 22 aprile presso la Triennale di Milano, l’esposizione tematica “WORLD DESIGN WEEKS ASIA IN MILAN”.
La mostra, co-organizzata dalla Beijing Design Week e dalla Tokyo Design Week, sostenuta dal Sino European Innovation Institute, è divisa in due sezioni: la prima, interamente dedicata a Pechino, presenta il progetto di design “Harmony with Nature”, mentre la seconda, tributo di Tokyo, presenta la grande installazione World Flowers.

BEIJING DESIGN WEEK - HARMONY WITH NATURE
Curata dal Professore Xu Ping e dalla Professoressa Lin Cunzhen, docente alla China Central Academy of Fine Arts (già designer delle medaglie e del logo delle Olimpiadi Pechino 2008, nonché ideatrice del logo delle Olimpiadi Invernali Pechino 2022), l'esposizione "Harmony with Nature" si ispira all’antica filosofia cinese del Feng-Shui e all’idea che l’uomo possa costruire “con il territorio” e non “contro” il territorio, rimettendo al centro la simmetria tra uomo e natura.

La mostra ha come punto di partenza le prospettive e le esperienze della Cina contemporanea, ed esplora le possibilità e modalità di applicazione pratica del concept “In Armonia con la Natura” all’interno della vita quotidiana.
In esposizione a Milano quasi cento articoli tra ceramiche, arredamento e gioielleria, realizzati da nove designer: Hang Hai, He Yang, Lin Cunzhen, Liu Xiaokang, Li Yingjun, Peng Wenhui, Teng Fei, Yang Mingjie, Zhong Song.

Lin Cunzhen: “Il significato del tema dell’esposizione è quello di un ritorno alle origini del design per fornire, ad un mondo tormentato da contraddizioni, un nuovo prototipo portatore dell’idea secondo cui “uomo e natura sono in armonia, così come lo sono con dio”.

“Harmony with Nature” significa quindi progettare per l’uomo ma anche per l’ambiente. Non è la ricerca di una configurazione perfetta bensì la ricerca di un tutto armonico fra elementi e ambiente, l’accettazione dei cambiamenti naturali con i quali convivere, misurando l’equilibrio fra tecniche costruttive, materiali indigeni e natura circostante.
Il designer non può prescindere da una soluzione simmetrica tra interno ed esterno: il design torna ad essere un processo naturale primitivo, capace di coniugare qualità della vita e qualità dell’ambiente, di indagare l’uso razionale ed efficace delle risorse culturali così come delle risorse high-tech.
Perché nella dialettica tra ciò che cambia e ciò che rimane immutato, soltanto gli schemi del design cambiano: ciò che rimane immutata è l’eterna ricerca di bellezza e raffinatezza.

Dopo Milano il “Beijing Design Week” approderà a Città del Messico e Buenos Aires.

TOKYO DESIGN WEEK – WORLD FLOWERS
Naked, rinomato gruppo giapponese dei nuovi media interattivi, è già stato fautore di prodotti di successo, quali la “Tokyo Art City” e “Flowers”. Il “World Flowers” è un prodotto interattivo e multimediale: come in un grande libro da sfogliare, contiene un’introduzione al network delle World Design Weeks, racconta storie di design all'interno delle città, rivelandone le diverse unicità.

Sino European Innovation Institute
Amber Yang, c. 331.4163689 |  amber.yang@sinoeucenter.com,
Terrisa Yimeng Zhao, c. 331.4282205 |  terrisa.zhao@sinoeucenter.com




Nessun commento:

Posta un commento

A VILLA SELVATICO DI RONCADE IL PREMIO GIANNITESSARI-VENEZIE A TAVOLA COME MIGLIOR RISTORANTE EMERGENTE

Al ristorante guidato dal giovane cuoco Alessandro Rossi il premio della guida Venezie a Tavola consegnato dall’azienda agricola Giannit...