sabato 25 giugno 2016

La rete dei borghi europei del gusto sbarca nei Paesi Baltici

La speciale unità di informazione di Milano della rete dei borghi europei del gusto
stà predisponendo un viaggio d'informazione in Estonia,Lettonia e Lituania, al fine di valutare l'inserimento di borghi dei Paesi Baltici nella rete.

Contemporanemente sono in corso i contatti con associazioni, reti consolari,aziende


per costruire i punti di nriferimento del progetto.



All'Hosteria Zanarotti il primo appuntamento internazionale di 'Comunicare nelle Terre di Montagnana'

Venerdì 24 Giugno 2016 l’Hostaria Zanarotti ha ospitato il primo di sei incontri finalizzati ad allargare la conoscenza del territorio Montagnanese anche oltre le mura domestiche: protagonisti il Prosciutto e il Pecorino d’Istria a confronto con il Prosciutto Veneto Berico-Euganeo dop e i Formaggi delle Basse. Questo il menù:
Entree': Il prosciutto e il pecorino d'Istria
Primo piatto: Gnocchi alla montagnanese
Secondo piatto : Prosciutto e melone
Dessert: La fugassa con gelato fiordilatte e ciliege sciroppate della casa
Caffè e biscotteria mignon

Un filò a più voci alla presenza dell’Ente Turistico della Città di Buje (Croazia), del Cenacolo dell’Istria e dei produttori nelle Terre di Montagnana.



Pizzeria Zanarotti da Lino a Montagnana



Lino, prima di giungere alla Pizzeria Zanarotti, ha fatto diverse esperienze.
Oggi proponre ai suoi clienti un impasto che è ugualmente distante dalla pizza cracker e dalle focacce troppo spesse di non lontana memoria.
" Fondamentale per l'impasto è il tempo di lievitazione e di maturazione, che, nel mio caso, è lungo e paziente.Solo così è possibile ottenere una pizza ben digeribile e che non richiede l'intervento di..... acqua minerale".

Anche la scelta delle farine richiede la stessa curiosità e meticolosità.
" Oggi si tende a privilegiare le farine macinate a pietra : ogni pizzaiolo ha i suoi piccoli e grandi segreti,per giungere all'eccellenza del proprio impasto."
Poi la scelta dei commenti e delle guarnizioni.
" Anche in questo caso non si può lesinare sulla qualità. Non serve a nulla risparmiare qualche centesimo di euro. Scelgo sempre il  meglio e il cliente mi dà ragione".
Provare per credere !



Panificio Pasticceria Zanarotti: 90 anni di storia a Montagnana



Zanarotti nell'arte del pane, a Montagnana, è sinonimo certo di qualità.
Lo diciamo con  grande semplicità,dopo aver degustato più volte le
splendide brioches il mattino; i piatti di prosciutto di Montagnana
con lo schizotto di casa ; aver scelto nella carta del pane i nostri
'pani quotidiani'.
Si indovina 'dietro' il lavoro attento e appassionato, la ricerca
delle migliori farine ; l'inclinazione alla creatività e alla fantasia
nei dolci ; una cura maniacale della qualità.
Il Panificio è giunto ormai alla quarta generazione,nasce dal bisnonno
Arturo che lo trasmise al nonno Antonio e a sua volta lo trasmise al
figlio Andrea che insieme a Sabrina, ai figli Marco e Marta portano
avanti le golose tradizioni.


La pizza gourmet della Trattoria San Zeno, enoteca-ristorante in Montagnana

La Macelleria Marini a Montagnana





Continuano le visite gustose dei giornalisti e dei comunicatori dell'Associazione
L'Altratavola, nel quadro del progetto 'Comunicare nelle Terre di Montagnana', alla
ricerca dei luoghi del buon e bello vivere.

Mattia Marini (quarta generazione di famiglia nell'arte), ci accoglie
nella macelleria di Piazza dei Grani a Montagnana, con un sorriso.
"La storia della nostra carne inizia da sempre nelle piccole stalle
dei contadini del nostro territorio.Qui scegliamo i capi, in un certo
senso ne seguiamo la vita, fino a quando dopo la macellazione, la
carne viene frollata e lavorata nel nostro laboratorio-negozio.Possiamo
ben dire che la qualità è certa lungo tutta la filiera'.
Mentre parliamo arriva il padre di Mattia, che ci invita a visitare
alcune delle piccole stalle in cui avviene la scelta dei capi. Detto, fatto.
Anche per il settore dei salumi la macelleria Marini previlegia le
nostre tradizioni : salsicce artigianali, salami con l'aglio,senza
aggiunte nè conservanti.
" Siamo sempre stati decisi in quelli che riteniamo i cardini del
nostro mestiere.La qualità non è per noi uno slogan pubblicitario, ma
una ragione di vita."

La Bottega Mantoan a Montagnana : la storia


Occorre riandare a ritroso nella storia di Montagnana per rintracciare
l'origine della Bottega Mantoan a Montagnana. Una tradizione di
famiglia che ha saputo assecondare il volgere dei tempi, dei gusti e
delle abitudini alimentari.Eppure è proprio questa storia di passione
e cultura, il segreto che Fulvio e  Daniele custodiscono e trasmettono
ai loro clienti ,con quella curiosità che li porta a degustare per primi
formaggi sontuosi, salumi diartigianalità rigorosa, chicche di vini,
paste oli di sicuro pregio.
Vi è poi quella cortesia storica, mai untuosa, che accompagna
consiglia orienta il consumatore, senza mai prevaricare le
inclinazioni del cliente, anzi intuendole e assecondandole al meglio.
Tutto ciò è integralmente cultura, talvolta invisibile, perchè si
riferisce agli aspetti immateriali della professione.
Ma qui alla Bottega Mantoan (fortunati loro!), è storia!

domenica 19 giugno 2016

La Festa del Melone a Montagnana

In Piazza V.Emanuele, Sabato 18 e Domenica 19 Giugno è di scena il giallo con la Mostra Mercato del “MELONE MONTAGNANESE”. Stand con degustazioni a tema, mercatini, animazioni e poi una visita all'Hostaria Zanarotti di Montagnana (prov di Padova) per gustare la cucina montagnanese all'interno dello splendido plateatico, in un angolo della piazza principale. Siamo in Via Matteotti, 3 Tel 0429800383 – www.zanarotti.it





venerdì 17 giugno 2016

La7ma Festa Shivananda Math a Fregona

La redazione della trasmissione multimediale L'Italia del Gusto ha partecipato a Fregona
giovedì 16 giugno alla 7ma Festa Shivananda Math, organizzata a Satyananda Yoga Om Shanti (presso B&B alMulino).
La serata ha 'incontrato' Lullo Mosso,pilota del mototrabbasso, uno strumento-veicolo che permette di viaggire nella musica di tutto il mondo.Ilpilota,in perenne movimento,vaga così nell'universo della musica raccontando e cantando le storie, i personaggi e i suoni di un viaggio immaginario.
Il ricavato delle offerte libere va devoluto ai bambini di Shivananda Math India.
Alla fine dello spettacolo un buffet di delizie proposte dai partecipanti.





La Tenuta Schiavon a Montagnana,uno dei borghi più belli d'Italia

La Tenuta Schiavon di Signoressa di Trevignano è stata invitata dalla rete dei borghi europei del gusto a partecipare ad un incontro internazionale inserito nel progetto 'Comunicare nelle Terre di Montagnana'.
Nello storico contesto di uno dei borghi più belli d'Italia, presso l'Hosteria Zanarotti, Lena Schiavon potrà presentare i suoi vini, aprendo la serata con un 'Aperitivo in Storia', luogo-evento per raccontare il proprio impegno e la propria passione enoica.
Seguirà poi un inedito percorso di cibo e informazione : il Prosciutto di Montagnana & i Formaggi delle Basse vs il Prosciutto e il Pecorino d'Istria, in collaborazione con l'Ente Turistico Città di Buje (Croazia) e il Cenacolo dell'Istria.
L'iniziativa prevede poi l'incontro con alcune regioni austriache, con il Canton Ticino (Svizzera), con la Slovenia, con la Germania, in un viaggio del gusto che ha come scopo la conoscenza e la valorizzazione dei territori e delle loro eccellenze.
" Quel che ci ha colpiti nei tre vini prosecco della Tenuta Schiavon - osserva Renzo Lupatin,presidente della rete dei borghi europei del gusto-,è il forte rimando al vigneto, la persistenza e la continuità delle bollicine,i profumi equilibrati, il sapore armonico. Il vino non sparisce in bocca, nè tradisce una immediata esplosione,per poi appiattirsi. Abbiamo letto nei vini la passione e la competenza autentiche di una famiglia ,che persegue
la qualità con ostinazione rara e d'altri tempi."
La Tenuta Schiavon accompagnerà le iniziative di informazione della rete nelle sue diverse tappe in Italia e in Europa.


La Locazione turistica Al Mulino risale dai fini 500' inizi '600.Siamo a Fregona


Recentemente ristrutturato  ha  conservato il suo fascino originale.
Le pietre, i sassi , il legno sono gli elementi che caratterizzano il Mulino e l'ambiente naturistico che lo avvolge presenta aspetti originali: il torrente "Bordon" che lo attraversa; la cascata che col suo tuffarsi regala una colonna sonora assolutamente gradevole e rilassante; il bosco che raccoglie una vasta gamma di flora e fauna tipiche delle Prealpi Venete e la vasca di acqua sorgiva per chi ama rinfrescarsi nelle caldi estati.


Al Mulino si trova a pochi KM da Sarmede il paese delle fiabe, vicino alle Grotte del Caglieron , alla meravigliosa Foresta del Cansiglio,   il  Lago di Santa Croce .
Il Mulino sorge in una zona di transizione tra la grigia urbanizzazione e la variopinta natura creando così un'armonioso equilibrio tra comodità e relax. Il bosco è forse la qualità che più caratterizza questo luogo permettendo di tuffarsi, ogni qualvolta lo si desideri, nel verde incontaminato, facilmente accessibile tramite due comodi sentieri resi agevoli grazie al lavoro di Maurice che dona ancor di più un fascino naturale alla boscaglia.

La presenza dei torrenti ha da secoli permesso l'installazione di mulini per vari utilizzi. Lungo il torrente Bordon c'erano tre mulini.
In un documento del 1600 è riportato anche questo mulino di cui le origini sembra siano ancora più antiche.
E' tra i pochi mulini che possedeva due ruote, si possono vedere ancor oggi i fori nella pietra ed alcune testimonianze riportano che la gente veniva qui per macinare il grano e il frumento.

Prosciutto e Pecorino d'Istria : la buona informazione

Il Cenacolo dell'Istria e l'Ente del Turismo della Città di Buje (Croazia), realizzano in questi giorni un viaggio del gusto alla scoperta del prosciutto e del pecorino d'Istria, che saranno ospiti (in un particolarissimo confronto), di Montagnana (Pd), nel quadro dei progettio di scambio culturale fra Italia e Croazia.
La redazione della trasmissione multimediale l'Italia del gusto visiterà alcune aziende istriane,per 'raccontare' l'impegno e la passione dei produttori di quella terra.


'Comunicare le Terre di Montagnana', oltre le Mura domestiche

Le iniziative del progetto 'Comunicare nelle Terre di Montagnana' continuano a svilupparsi, nell'ottica di promuovere la conoscenza e l'immagine del territorio ben oltre le Mura domestiche.
Un altro punto importante è stato acquisito in questi giorni : l'incontro a Milano con
giornalisti e responsabili di reti d'informazione, per studiare insieme un piano di informazione efficace.
Troppo spesso le iniziative locali sembrano avere come obiettivo il 'facciamolo e mangiamocela tra noi',per questioni di consenso locale che nulla hanno a che vedere con la valorizzazione del territorio.
Le iniziative messe in campo parleranno soltanto questo linguaggio e non andranno a sovrapporsi agli eventi locali, anzi li accompagneranno e li faranno conoscere a livello nazionale ed internazionale.

Monselice, borgo del gusto

I giornalisti e i comunicatori dell'Associazione l'Altratavola stanno continuando le visite gustose in provincia di Padova, per scegliere luoghi e aziende da inserire nei percorsi informativi di Comunicare per Esistere 2016.
Nell'ultima settimana le visite si sono concentrate su Monselice,ove sono state individuate
una decina di aziende che costituiranno il 'nucleo' del gusto da cui partire.
Fra gli appunti 'storici' non poteva mancare la Macelleria Garbin, con le sue carni eccellenti e i suoi salumi (oggi anche nella versione 'affumicata').
Passa il tempo,ma non l'eccellenza di chi sa infondere passione e competenza nella priopria attività.

domenica 12 giugno 2016

La Festa delle Ciliegie a Dobrovo (Brda, Slovenia)


La Festa delle Ciliegie a Dobrovo (Brda, Slovenia)
FESTA DELLE CILIEGE
Dobrovo, Brda
Nei giorni 4 e 5 giugno 2016 si terrà il più grande e il più sentito evento culturale-turistico nel territorio di Brda sulle cui colline si coltivano oltre ai rinomati vigneti anche le meravigliose ciliege.
Si svolge all'inizio di giugno a Dobrovo la Festa delle ciliegie che ogni anno attira visitatori da Slovenia, Italia, Austria e anche Croazia.
L’evento centrale rimane il corteo dove tutti i villaggi si presentano con i carri che mostrano varie usanze e costumi.
Al corteo partecipano anche le donne contadine, le majorette, la regina delle ciliegie, ... Il tutto è accompagnato da mostre tematiche e da un nutrito programma d'intrattenimento, ricco di divertimenti, eventi culturali e sportivi (il concerto e ballo delle ciliegie, la carovana delle macchine d'epoca, la pesca di beneficenza, le bande cittadine, il teatro, i gruppi folcloristici e i diversi cori,le mostre d'arte, la maratona ciclistica delle ciliegie, la marcia Da ciliegia a ciliegia...).
Questa festa e la più importante tra tutti gli eventi che  si organizzano in Brda.
La festa è un omaggio alla ciliegia, la regina della frutta di Brda, che negli ultimi anni ha recuperato il proprio valore.
ISabato 4 e domenica 5 giugno si svolgeranno le Cantine aperte. Diversi produttori locali aprono le loro porte. Vi porteranno nel cuore delle loro cantine, tra le botti di vino, dove vi entusiasmeranno gli ottimi vini, dove potrete scambiare le vostre esperienze con gli intenditori di vino e condividere preziosi consigli sull'arte della vinificazione.

Sabato, 4 giugno: la maratona delle ciliegie che quest’anno è chiamata Maratona Eroe tra le viti. L'evento è visitato ogni anno da più di 1000 appassionati di ciclismo che diligentemente sommano i chilometri fatti a pedalate sulla strada che porta da Lubiana a Brda.
Domenica 5 giugno andremo alla conquista dei colli di Brda durante la Marcia da ciliegia a ciliegia. Il sentiero si snoda tra villaggi, vigneti e frutteti, lungo il quale le croccanti ciliegie rosse vi saluteranno dagli alberi. Inoltre uniremo la beneficenza con le ciliegie con ospiti speciali! Con noi ci sara il campione mondiale di salto con gli scii Peter Prevc!


11 e 12 giugno, weekend principale
Per accentuare l’importanza del 50° anniversario abbiamo deciso di aggiungere altre location. Durante questi due giorni si terrano diversi eventi a Šmartno, a Gonjače e a Dobrovo.

La parte centrale della Festa delle ciliegie si svolgerà  tradizionalmente a Dobrovo ed e destinata alla sfilata dei carri (domenica 12 giugno alle 16.30). Gli abitanti di Brda, i Brici e le Brike, seduti sopra i carri, cercano di avvicinare ai visitatori la vita rurale, gli usi e i costumi di Brda. Quest’anno sarà ancora più speciale! Dedicheremo la sfilata ai eventi, che sono successi durante i 50.anni della storia della Festa delle ciliegie.  Oltre a questo avrete a vostra disposizione tante bancherelle con la cucina tipica di Brda. Nel borgo di Brda potrette assistere ai live cooking shows. In poche parole non potete mancare!
Villaggio medievale di Šmartno sarà dedicato alla etnologia. I produttori locali di lavanda, olio d'oliva, ceramica, legno, cestai e tanti altri mostreranno sui loro stand la produzione di vari prodotti  che saranno disponibili anche per l'acquisto. Gli eventi saranno arricchiti da spettacoli di gruppi di bambini, ex- tempore e musicisti di strada, bande folcloriche, cori musicali,….
Sotto la torre pannoramica a Gonjače avranno il loro angolo i piu piccoli. Diversi giochi al aperto, tiro col’arco nel fieno, salti con i sacchi, bowling, angolo per i disegni e tanto altro!
Oltre a tutti gli eventi principali  saranno a disposizione per i visitatori escursioni e visite dei nostri produttori locali. Tra l’altro, potrete provare gli effetti positivi dell’apiterapia  e del trekking con gli asinelli, sarà  possibile visitare anche le caverne su  Sabotino e degustare il miele e l’olio d'oliva.
Il 11 giugno alle 16 presso il Castello di Dobrovo i più piccoli potranno divertirsi con Masha e l’orso. Il 10  giugno alle 21.00 invece ci divertiremo con Ranko babić nella commedia Moška copata.

18 giugno
L’ultimo weekend della Fella festa delle ciliegie sarà circondato d’amore. Festeggeremo Briška poroka nella nuova Vila Vipolže (matrimoni con la coppia fortunata che era scelta per celebrare un matrimonio magico a Brda). Inoltre, tutte le giovani coppie potranno dare un occhiata alla Fiera degli sposi che si terra a Šmartno.

Un nuovo ufficio stampa per Montagnana

Il progetto 'Comunicare nelle Terre di Montagnana' ha un nuovo rersponsabile dell'ufficio stampa. Si tratta di Mauro Trentini, conosciuto ed apprezzato p.r. di molte aziende del territorio.La prima iniziativa è stata la creazione di una pagine Fecebook, Borghi d'Europa news.



sabato 11 giugno 2016

I borghi di montagna si ritrovano in Cansiglio

I giornalisti e i comunicatori della rete dei borghi europei del gusto hanno deciso di realizzare l'incontro annuale dei borghi di montagna nelle Prealpi Trevigiane e in Cansiglio, a metà del mese di luglio.
L'iniziativa servirà anche a ricordare Aldo Smiraglia di Sarmede, giornalista ed editore,
'mitico' Presidente del Gam (Giornalisti Amici della Montagna), che nel 2003 aveva realizzato le iniziative d'informazio0ne dell'Anno Internazionale delle Montagne, proclamato dalle Nazioni Unite.

Il Mulino al Pizzon a Fratta Polesine

Alla confluenza tra due vie d’acqua, il Canalbianco e lo Scortico, si trova il Mulino al Pizzon, uno dei pochi esempi di mulino terragno ad acqua risalente all’Ottocento. Il complesso, perfettamente conservato e sottoposto ad un attento intervento di restauro, conserva ancora intatti i macchinari per la molitura del grano, la conca di navigazione e il ponte-canale, testimonianza delle prime bonifiche in Polesine nel XIV secolo.Il Mulino oltre ad essere una locanda è Ecomuseo immerso nel verde dell’affascinante paesaggio polesano ed un modello unico di archeologia industriale.
 Orari apertura: su prenotazione
Il Mulino al Pizzon è anche ristorante e offre stanze per il pernottamento.
http://www.locandaalpizzon.com/

Il Ristorante PIzzon a Fratta Polesine nella rete dei borghi europei del gusto

Il Ristorante Pizzon di Fratta Polesine è stato inserito nei percorsi informativi della rete dei borghi europei del gusto.
La Locanda fa parte di un antico mulino, con uno squero ancora funzionante.
Qui sono state ospitate le Giornate Europee dei Mulini Storici (unico punto in Veneto), a conferma di una vocazione culturale cristallina.
La Locanda accoglierà i delegati del circuito di Terre d'Acqua, Aquositas, provenienti da diversi paesi europei.

Fratta Polesine,Badia Polesine e Lendinara nella rete europea

La rete dei borghi europei del gusto ha inserito Fratta Polesine,Badia Polesine e Lendinara
fra le località in provincia di Rovigo che parteciperanno al progetto Comunicare per Esistere.
Le visite in incognito hanno suggerito di sviluppare soprattutto le tematiche dell'ambiente,
con il circuito di Terre d'Acqua,Aquositas.
Un pòrmo appuntamento si svolgerà nel mese di luglio.

sabato 4 giugno 2016

Diego Buriola : gli alimentari in Borgo Gava a Montaner (Sarmede)

Diego Buriola e la moglie tengono aperto il loro negozio di
alimentari in Borgo Gava a Montaner. “ Un negozio di vicinato nell'autentico
significato della parola. Siamo un piccolo ma efficiente centro di servizi per i
nostri paesani”.
Lo spopolamento dei paesi di montagna ; il bosco che si riprende gli spazi :
tutti fenomeni che la sociologia di casa nostra ha raccontato in questi anni.
E poi la resistenza (talvolta eroica) di tante persone, la loro voglia di fare
territorio ; il coraggio di chi mantiene una attività, pur fra mille difficoltà : di tutto
questo si parla di meno, perchè non fa notizia.
Il negozio di Diego e ha un banco di formaggi e salumi davvero
invitante, che non ha nulla da invidiare a quelli dei negozi di città. La scelta accurata
di formaggi locali : l'attenzione ai salumi di casa nostra ; il buon pane di queste contrade.
Tutto questo e di più ( compresa la disponibilità della famniglia a sostenere le
iniziative sociali e culturali della propria comunità), troverete dai Buriola.
E così sia!

Un salto alla pizzeria Draghetto a Fregona

Negli ultimi tempi facciamo una certa fatica a degustare le pizze.
Per via di una maledetta sete che ci attanaglia e che suggerisce malevoli
idee sui tempi di lievitazione e di maturazione degli impasti.
Accostatevi invece alla Pizzeria il Draghetto di Alfonso, in quel di Fregona,
con assoluta certezza.
Il nostro viene da una terra di eccellenza, la costiera amalfitana, ed ha portato
con sé,come reliquie preziosissime, i principi basilari per una buona pizza.
La sua non è un cracker, ma non è neppure una focaccia. E' una pizza invitante,
interpretata secondo estro e creatività, digeribilissima, con commenti di prima
qualità.
Alfonso ha anche voluto proporre la pizza con il formaggio stagionato nelle Grotte
del Calieron di AgriCansiglio, quasi un omaggio alla Terra che lo ospita.
Il formaggio nasce dal legame fra l’allevatore e il suo territorio. Il latte dell’altipiano
del Cansiglio e di Piadera, trasformato a crudo, senza nessun trattamento termico, viene
fatto coagulare con la sola aggiunta di fermenti lattici e lasciato riposare per più di due
mesi in una delle Grotte naturali del complesso “Grotte del Caglieron” nel Comune
di Fregona (TV).
La Grotta di San Lucio, denominata anche Grotta del Formaggio, per le sue
caratteristiche naturali e per il micro clima che preserva accudisce il formaggio e
ne influenza la maturazione arricchendolo di sapori e profumi d’un tempo,
esaltandone la tipicità fino a trasformarlo quasi in una delle pietre di arenaria
che un tempo da essa si estraevano e che venivano utilizzate per decorare stipiti
e capitelli.
Alfonso non taglia a schegge il formaggio dopo la cottura, ma lo interpreta a caldo,
nel forno, con una abilità d'altri tempi.Provare per credere!

Un salto all'Albergo Ristorante Rifugio Sant'Osvaldo in Pian Cansiglio

In Pian del Cansiglio ( luogo di assoluta tranquillità e immerso nella natura), la nostra memoria ci ha portati immediatamente all'Albergo Rifugio Sant'Osvaldo, ove Renato e la sua famiglia da molti anni ti accolgono in un ambiente confortevole, proponendo il piacere della cucina montana locale.

Così quando abbiamo inserito questo splendido territorio nei percorsi informativi della rete dei borghi europei del gusto, siamo arrivati quassù : “In Cansiglio-osserva Renato-, si possono fare delle bellissime passeggiate a piedi oppure in mountain-bike, che noi vi forniremo. Durante la stagione estiva abbiamo uno dei più belli campi da golf in montagna a 18 buche dove potrete provare questo sport. Dopo aver fatto del sano movimento vi farete coccolare dalla nostra cucina che spazia dalla selvaggina e funghi fino a primi e dolci indimenticabili.”

La passione, dopo tanti anni e pur nella difficoltà di questi anni tempestosi,non è mai venuta a mancare : si sente, quando Renato ci racconta, con quel brio che gli riconosciamo da sempre,
Mentre lo intervistiamo ha il tempo di salutare alcuni avventori e far accomodare nel suo piazzale una signora che vuol proporre i suoi prodotti.
L'accoglienza, signori miei, è un'arte fatta, anche e soprattutto, di valori immateriali.Insomma è cultura anima, sentimento.
Renato ha dato spazio a sua figlia Monica, che continua la tradizione di famiglia.

Annota il Touring Club Italiano : “Gestione di lunga tradizione in ambiente rustico accuratamente arredato con elementi di moderno design, al centro dell'altopiano. Cucina del territorio, con trionfo di carni alla griglia, selvaggina e funghi preparati in vari modi ma anche menu turistico e vegetariano; ampia selezione di distillati. Possibile il pernottamento. Prenotazione obbligatoria la domenica e i festivi”
Che dire di più?

Il Borgo di Prosecco

Il borgo carsico di Prosecco dista 9 Km da Trieste, è posto a 235 metri s.l.m.
Il toponimo Prosecco, compare in diverse varianti già dalla fine del 1200 e significa “bosco tagliato”, come ad indicare un’area destinata alle coltivazioni. La zona è storicamente famosa per la coltivazione di vari vitigni, primo fra tutti la glera, da cui si produce anche lo spumante Prosecco, seguito poi da malvasia, terrano e vitovska.
Tuttora attive varie rivendite locali, le osmize, dove è possibile assaggiare questi vini dal sapore deciso accompagnati da salumi e verdure sottolio.
Prosecco si compone ora di due parti: il nucleo più antico che riflette ancora le caratteristiche dell’abitato originario formato da contadini, pescatori e cavatori di pietre, ingranditosi con la costruzione della Ferrovia Meridionale nella seconda metà dell’Ottocento e un nuovo nucleo: Borgo San Nazario, sorto dopo il 1950, con l’arrivo degli esuli istriani.

Una visita gustosa alla Trattoria Sociale di Prosecco

La Trattoria Sociale di Prosecco (Trierste) è nata nel 1905 per creare una rivendita sociale dei vini del paese.
L'attivita è di proprietà da oltre 100 soci. Lo status di socio vine tramandato in successione di parentela.Il locale viene messo in affitto dai soci con lo scopo di mantenere la struttura e la tradizone del territorio.
Da ottobre del 2015 vi è una gestione affidata ad una famiglia serba, che propone una cucina che valorizza soprattutto i piatti di carne ( solo di venerdì il pesce).
I giornalisti e i comunicatori dell'Associazione l'Altratavola hanno realizzato una visita gustosa, proponendosi di organizzare alla 'Sociale' un incontro fra i produttori di prosecco veneti
e i produttori di vino locali.

La visita al Museo della Parenzana a Isola


L'Ufficio di Presidenza della rete dei borghi europei del gusto e la Presidenza dell'Associazione culturale Italia-Austria hanno visitato a Isola (Slovenia) il Museo della Parenzana, che è stato recentemente inserito nei percorsi informativi del progetto sulle ferrovie non dimenticate
I Binari del Gusto.Ha fatto gli onori di casa il curatore-direttore del Museo Srecko Gombac, presidente dell'Associazione Histrion. “Una visita entusiasmante,piena di spunti culturali e storici,
un'autentica rivelazione- ha osservato Annalisa Banchieri di Italia-Austria-. Oltretutto il Museo gode di tecnologie espositive all'avanguardia,che lo rendono un autentico gioiello.”

Il Museo Parenzana a Isola rappresenta la storia e le peculiarità dell’omonima ex ferrovia a scartamento ridotto, che all’inizio del secolo scorso collegava Trieste a Parenzo e così anche l’Istria.
Il museo è stato inaugurato nel 2000 e si trova nel centro di Isola. Nel museo potrete vedere le fotografie ed altri documenti che illustrano la ferrovia, le repliche uniche delle locomotive ed una grande carta geografica della Parenzana. Oltre alla storia della ferrovia il museo offre anche una panoramica sugli usi e costumi della popolazione locale e delle bellezze dell’Istria. Una delle raccolte più ricche di repliche dei treni, che ampiamente presentano e scoprono i misteri della Parenzana, sono di proprietà di Josip Mihelič di Isola.
Museo Parenzana
Ulica Alme Vivode 3
6310 Isola
Slovenia
T: +386 5 641 73 57

Un incontro a Buje



La segreteria della rete dei borghi europei del gusto si è riunita a Buje (Croazia), per fissare gli appuntamenti e gli incontri dei prossimi sette mesi.
Il Cenacolo dell'Istria ha previsto diversi interventi in Italia,Svizzera ed Austria, per continure a valorizzare e far conoscere l'Istria croata.
Su proposta del direttore dell'Ente Turistico della Città di Buie, Valter Bassanese, è stato inserito nei percorsi informativi della rete internazionale il villaggio turistico di Canegra.
Il caratteristico paesaggio carsico del Buiese si apre infatti sul mare con la costiera di Canegra, rivestita da una bassa vegetazione mediterranea e da una rigogliosa e vasta pineta che viene a lambire la spiaggia ricoperta di candidi ciottoli levigati dalle acque.
L'ampio insediamento turistico che quì è sorto, il primo all'entrata nell'Istria croata, dispone di un villaggio con bungalow protetti dall'ombra dei pini, di ristoranti con ampie terrazze con vista sul golfo di Pirano e sulle saline, di un disco bar, pizzeria, supermercato, ufficio postale e cambiovalute.

Borghi d'Europa a Conegliano : il Cimitero Ebraico

In occasione dell'Anno Europeo del Patrimonio culturale, la rete internazionale Borghi d'Europa realizza a Conegliano dei percorsi ...