martedì 30 giugno 2020

Al via da sabato 4 luglio STABILIMENTO ESTIVO BASE 2020

Per tutta l’estate fino al 13 settembre, serate musicali, teatro, rassegne cinematografiche, slam poetry, lente pedalate lungo i Navigli, workshop creativi e degustazioni, con importanti collaborazioni insieme a realtà culturali e artistiche della città, da Il Cinemino al Piccolo Teatro. 
 #ancorapiùvicini 

Fra i primi appuntamenti: 

Dal 4 al 6 luglio: “ARDA - Fuori c’è un mondo” 
Tre giorni all’insegna della mobilità lenta e sostenibile con tour guidati in bicicletta lungo i Navigli a Sud di Milano insieme a proiezioni di filmati e momenti di ciclofficina,
dedicati al tema del turismo dolce.
Domenica 5 luglio | Piccolo Teatro | “maggio ‘43” di e con Davide Enia 
Accompagnato dalla musica di Giulio Barocchieri, Davide Enia racconta il 1943, anno cruciale per Palermo e la sua gente, con i bombardamenti che distrussero la città prima dello sbarco degli Alleati, per scoprire che quei tempi bui somigliano tragicamente ai nostri.


Da martedì 7 luglio arriva in BASE Il Cinemino 
con “I have a dream, I have a film”, una rassegna cinematografica che porta su grande schermo storie di lotte e di conquiste per parlare di diritti civili e per non soffocare l'umanità. 

BASE Milano, Via Bergognone 34
Torna da sabato 4 luglio STABILIMENTO ESTIVO BASE, il programma di BASE che, anche quest’anno, si conferma una certezza dell’estate milanese per trascorrere insieme i mesi più caldi nei grandi spazi industriali dell’ex-Ansaldo. Saranno numerosi gli appuntamenti per stare in compagnia ritrovando il gusto dello stare insieme in modi nuovi ma senza perdere le buone abitudini: un ritorno alla socialità e allo spazio pubblico in un luogo grande, sicuro, verde e accogliente, con serate musicali, rassegne cinematografiche, teatro, slam poetry, lente pedalate lungo i Navigli, workshop creativi e degustazioni che si alterneranno fino al 13 settembre.

Tante le novità, a partire dalle collaborazioni con importanti realtà culturali e artistiche della città: in particolare Piccolo Teatro, con lo spettacolo “maggio ‘43” di e con Davide Enia che racconta il 1943, anno cruciale per Palermo e la sua gente, con i bombardamenti che distrussero la città prima dello sbarco degli Alleati, in programma per domenica 5 luglio e Il Cinemino, che arriva in BASE con ‘I have a dream, I have a film’, una speciale rassegna cinematografica sui diritti umani e Black Lives Matter. Primo appuntamento martedì 7 luglio con il film “Mississipi Burning” di Alan Parker. E ancora SUPER - Scuola Superiore d’Arte Applicata del Castello Sforzesco, SLAM Factory, Karmadrome, e non solo, animeranno tanti altri appuntamenti nel corso delle prossime settimane.  
A dare ufficialmente il via a STABILIMENTO ESTIVO BASE 2020 sarà “ARDA - Fuori c’è un mondo”: tre giorni - da sabato 4 luglio a lunedì 6 luglio - dedicati alla mobilità dolce e sostenibile per ritrovare il contatto con il territorio che ci circonda promuovendo un’idea di turismo lento e alternativo alle solite mete e ai corposi flussi turistici. Due i tour gratuiti guidati in bicicletta per scoprire gli itinerari del progetto “ARDA - A ritmo d’acque”: nuovi percorsi per esplorare le zone, a volte dimenticate, più a Sud della città pedalando lungo i Navigli. Partendo da BASE in Via Bergognone 34 e seguendo i corsi d’acqua a Sud di Milano, ci si immerge in un paesaggio agricolo di grande bellezza che vanta vari punti di interesse storico e culturale: dalle cascine, ai luoghi di culto, fino a progetti sociali e nuove società agricole con produzione a chilometro zero. Durante le giornate dedicate alla mobilità dolce non mancheranno inoltre speciali eventi sul tema, fra cui proiezioni di filmati, appuntamenti di slam poetry, momenti di ciclofficina per imparare a fare piccole riparazioni e avere consigli su un check up di base della propria bicicletta. 

Inoltre, durante i mesi estivi, sarà possibile usufruire del servizio noleggio bici a BASE  prenotabile sul sito www.aritmodacque.it per sperimentare i sedici itinerari lungo i Navigli pedalando in modalità self-guided grazie all’app gratuita “ARDA - A ritmo d’acque”. 

Per tutta l’estate, come sempre, il cortile esterno di BASE - riconvertito in orto urbano - sarà il luogo ideale per bere un aperitivo e cenare in uno spazio verde all’aria aperta con musica diffusa in sottofondo fra sdraio, tavolini ed erbe aromatiche. All’interno, invece, il bar bistrò - Un posto a BASE e la grande lounge offriranno uno spazio libero dove poter lavorare e studiare oppure semplicemente incontrarsi davanti a un caffè o ad un piatto preparato con ingredienti a km 0 dei produttori delle campagne vicino a Milano. 
 Primi appuntamenti STABILIMENTO ESTIVO BASE 2020: 

 > Dal 4 al 6 luglio | “ARDA - Fuori c’è un mondo”
Tre giorni dedicati alla mobilità dolce:
Programma completo: 
- SABATO 4 luglio -
Dalle 15.00 alle 17.00: ciclofficina a cura dell’Associazione Mongolfiera per check up di massima della bicicletta e consigli su piccole riparazioni
Ore 16.30: pedalata lungo l'itinerario ARDA "Un caffè a Robecco" (accompagnamento a cura di Turbolento Thinkbike SSD). Ritrovo a BASE alle 16:30, partenza alle ore 17.00 e rientro a BASE intorno alle ore 20:30.
Tour gratuito, prenotazione obbligatoria su: https://bit.ly/pedalataARDA_robecco
Dalle 19:00: Librisottocasa, libreria itinerante a pedali (all'ingresso di BASE)
Ore 21:30: Cinema Ambulante con proiettore mobile a pedali
DOMENICA  5 luglio -
Ore 9.30: pedalata per famiglie e bambini ispirata all'itinerario ARDA "Un giro da ragazzi" (accompagnamento a cura di I Viaggi dei Rospi). Ritrovo a BASE alle 9:30, partenza alle 10 e rientro a BASE intorno alle 18.
Tour gratuito, prenotazione obbligatoria su: https://bit.ly/PedalataARDA_family
- Dalle 15.00 alle 17.00: ciclofficina per check up di massima della bicicletta e consigli su piccole riparazioni
- LUNEDI' 6 luglio -
- Dalle 18.00: Librisottocasa, libreria itinerante a pedali (all'ingresso di BASE)
- Ore 21.00: Slam poetry a tema mobilità sostenibile e bicicletta a cura di SLAMFactory  

> Domenica 5 luglio | Piccolo Teatro - “maggio ‘43” di e con DAVIDE ENIA  
Ore 21.30 
Davide Enia, accompagnato dalla musica di Giulio Barocchieri, racconta il 1943, anno cruciale per Palermo e la sua gente, con i bombardamenti che distrussero la città prima dello sbarco degli Alleati, per scoprire che quei tempi bui somigliano tragicamente ai nostri.
Spettacolo itinerante nel cortile di BASE, ingresso libero 

 > Lunedì 6 luglio | BASE Poetry Slam! Un gioco di parole, in collaborazione con SLAM factory 
Ore 21.00 
Conducono: Paolo Agrati; Davide Passoni, Ciccio Rigoli
Special edition slam poetry: 4 poeti si sfidano con pezzi dedicati al tema della mobilità sostenibile
Un microfono, un palco, la voce del poeta. Una giuria presa a caso tra il pubblico che voterà i poeti e le loro performance. Ecco i poeti che spaccano, per il torneo di Poetry Slam estivo di BASE, contro l’estinzione della poesia, a favore della naturale evoluzione darwiniana dei versi.
Prossimi appuntamenti: 13 luglio, 31 agosto, 7 settembre
Per iscriversi basta mandare una mail a voglioparlare@slam.srl
Ingresso libero fino ad esaurimento posti  

> Martedì 7 luglio | I've a dream, I've a film rassegna cinematografica in collaborazione con Il Cinemino 
Ore 21.15: “Mississipi Burning” di Alan Parker 
Una rassegna che porta su grande schermo storie di lotte e di conquiste. Quattro appuntamenti tra lungometraggi e corti per parlare di diritti civili e per non soffocare l'umanità. Una selezione pensata dal Cinemino per BASE.
Biglietto: € 5 in cassa a BASE con possibilità di acquistare in prevendita (€ 5 + dp) 
Prossimi appuntamenti di I've a dream, I've a film: 14 luglio, 21 luglio, 28 luglio 

> Tutti i giovedì di luglio | APE SOUNDSYSTEM 
Dalle 19.00 all’01.00 
Come ogni anno, con l’arrivo dell’estate si risveglia la voglia di mare, di musica, di... APE.  APE SoundSystem è il neonato progetto prettamente musicale di APE che permette di portare la festa ovunque. Un abile team di dj di prima scelta - Michael Crank, Ferrari, Dischi Volandi, Ilaria Gr, Sidi Omar - guiderà il pubblico tra i suoni caldi del funk, passando per i ritmi tribali della techno, le atmosfere oniriche della cosmic-disco e il groove sensuale della house. Il magico mix di elementi che contraddistingue APE da sempre.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti  

> Tutti i venerdì fino al 13 settembre | KARMADROME 
Dalle 21.00 all’01.00 
Nella cornice delle attività dello Stabilimento Estivo BASE 2020, il venerdì sarà un viaggio sonoro e visivo. Gireranno i vinili della musica indipendente UK e USA tra la fine degli anni ‘70 e anni ‘90 e saranno in visione, grazie al grande schermo, una serie di stimoli visivi retromaniaci:  patchwork di serie TV dagli effetti distopici come Stranger Things, Sex Education, White Lines e poi videoclip di culto, oltre a ricercate citazioni dei grandi cineasti del ventennio '80/'90 (Wenders, Lynch, Carax, Godard), attraverso alcune delle loro immagini più potenti. Abbiamo bisogno di nutrire il corpo e la mente.
Ingresso libero  

> Tutte le domeniche fino al 13 settembre (ad eccezione di domenica 5 luglio) | APERITIVO ALL’ITALIANA 
Dalle 18.30 alle 22.00 
All’ora del tramonto, un bicchiere di buon vino, un analcolico, un Mez-e-Mez, un Negroni, un Punt e Mes, un Vermouth o un Cocktail aromatico, accompagnati da piccoli stuzzichini e assaggi gastronomici, tradizionali e sfiziosi e da musica anni 80. La Domenica dello #StabilimentoEstivoBASE
Ingresso libero, Cocktail € 8-15 

> 22 e 25 luglio | PHSYCOPHONO 
Dalle 19.00 alle 23.00 
Una selezione di vinili rari e ricercati che vi trasporteranno nelle zone più remote del mondo. Psychophono è un progetto incentrato sulla World Music, che raccoglie i migliori vinili dagli anni ’50 agli anni ’80 provenienti da diversi angoli del mondo.
Folk e psichedelia da Africa, Caraibi, Sud America, Medio Oriente e Sud-Est asiatico, spesso contaminati dai suoni occidentali (rock, funk, soul e jazz).
Vi accompagneranno con brani ricchi di assoli strumentali e ritmi carichi di groove e percussioni, passando dalla Cumbia all’Afrobeat, dal Calypso all’Oriental Exotica e molto altro.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti 
 Workshop: 

> Sabato 4 luglio | CLUB DEL DISEGNO in collaborazione con SUPER 
Dalle 10.00 alle 17.00 
Corso di acquerello botanico dal vero
Costo € 45, per info e prenotazioni: https://scuolaarteapplicata.it/super/   

> Dal 6 al 12 luglio | Laboratori del programma “IMMAGINARE PIAZZA TIRANA” 
Tre laboratori di immaginazione collettiva con il coinvolgimento di artisti e dei ragazzi del quartiere Giambellino. Lo scopo dei workshop - rivolti a ragazzi tra i 14 e i 20 anni - è quello di partecipare alla trasformazione di un luogo emblematico per l’immagine del quartiere Giambellino, diventando protagonisti del percorso di progettazione e di realizzazione artistica del campo da basket di Piazza Tirana. È possibile iscriversi a uno dei tre laboratori proposti, ciascuno dei quali prevede un percorso di cinque giornate che permetterà di acquisire competenze nell’ambito artistico, di realtà aumentata, arredo urbano.
LABORATORIO ARTISTICO (con Guerrilla Spam)  
> 5 gg x 5 h c/o BASE 
> output: pitturazione del campetto da basket
LABORATORIO DI DIGITAL FABRICATION (con Ideas Bit Factory) 
> 5 gg x 5 h c/o BASE 
> output: realizzazione del “monumento all’immaginazione”
LABORATORIO DI REALTÀ AUMENTATA (con Bepart) 
> 5 gg x 5 h c/o BASE 
> output: realizzazione dei contenuti in AR

RESIDENZA ARTISTICA: Guerrilla Spam c/o casaBASE 

Per maggiori informazioni e per iscriversi ai laboratori: https://base.milano.it/immaginare-piazza-tirana/ 

Caorle, dal mare alla tavola: conoscere le tradizioni e assaporare le specialità culinarie locali partendo dal Porto Peschereccio per provare i ristoranti tipici del borgo

Antico villaggio di pescatori oggi meta gourmet dell’Alto Adriatico, Caorle ha conservato negli anni la tradizione della pesca e affronta la ripresa post lockdown nel nome della qualità e della sicurezza. Lo racconta Diego Marchesan, vicepresidente della Cooperativa Pescatori Livenza Con l'apertura della stagione estiva, si scorgono i primi segnali positivi. Continuiamo a garantire un prodotto fresco, sicuro e di alta qualità: un prezioso biglietto da visita per Caorle e la sua proposta enogastronomica” 
 
Caorle (VE), 30 giugno 2020 – Tradizione, passione e qualità. Sono le parole chiave di un viaggio “dal mare alla tavola” che vede protagonista Caorle, storico borgo marinaro dell’Alto Adriatico. Qui la pesca rappresenta da sempre una delle principali attività economiche nonché il fiore all’occhiello dell’offerta enogastronomica locale. Un settore che dopo un periodo di stop legato al lockdown ritorna ad offrire il meglio del pescato, garantendo freschezzaalta qualità e sicurezza, dai pescherecci ai ristoranti. Ne parla Diego Marchesan, pescatore e vicepresidente della Cooperativa Pescatori Livenza, testimone di un mestiere che da generazioni contraddistingue questa meta turistica del Nordest tutta da scoprire.
 
Antico villaggio di pescatori, il borgo di Caorle è ancora fortemente legato all’attività della pesca e la sua flotta di imbarcazioni è quotidianamente attiva per offrire un prodotto freschissimo e di alta qualità. Un settore che come altri ha vissuto un periodo di difficoltà durante il lockdown, dovuto soprattutto allo stop della ristorazione. Come sta vivendo la ripresa in questo momento? Dal mese di giugno, con l'apertura della stagione estiva, si scorgono i primi segnali positivi. La richiesta di pescato sta leggermente aumentando ed usciamo in mare 4 giorni su 5. La nostra attività è fortemente legata alla ristorazione: speriamo che siano numerosi i turisti italiani e stranieri che sceglieranno Caorle come meta della propria vacanza per andare incontro ad un mese di luglio ricco e produttivo, prima di fermarci per il fermo pesca”.
 
Oggi più che mai la parola d’ordine è sicurezza: come vivete l’attività della pesca in questo periodo? Ci siamo adeguati alle nuove normative, adottando tutte le misure necessarie a bordo come in porto e nella zona del Mercato Ittico Comunale: dall’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, alla sanificazione degli ambienti più volte al giorno oltre naturalmente al distanziamento. Continuiamo a garantire un prodotto fresco, sicuro e di alta qualità: un prezioso biglietto da visita per Caorle e la sua proposta enogastronomica che ci contraddistingue da sempreUn lavoro che portiamo avanti quotidianamente con passione e rispetto per il mare.
 
Quello della pesca è un mondo che a Caorle si può scoprire in prima persona, dal mare alla tavola di un ristorante, compiendo un viaggio sensoriale attraverso le tradizioni e la degustazione di specialità culinarie locali. E sono tante le occasioni per vivere un’esperienza di scoperta che coinvolge scorci inattesi, storia e tradizioni custodite in un patrimonio culturale che affonda radici nel passato. Da non perdere, su prenotazione, il tour del Mercato Ittico: adiacente al pittoresco Porto Peschereccio del Rio Interno, permette di assistere alla particolare “asta ad orecchio”, un rituale che regala anche ai non addetti ai lavori uno spettacolo quasi teatrale. Ogni cassetta di pesce viene venduta all’asta, ma i prezzi non vengono dichiarati ad alta voce, bensì sussurrati all’orecchio dell’astatore che aggiudicherà il pescato al miglior offerente (a causa dell’emergenza sanitaria, tale modalità è stata momentaneamente sospesa: in questo periodo all’statore viene mostrato un bigliettino con scritto il prezzo proposto). In vendita prodotti del pescato come il moscardino, le vongole bio e il tipico canestrello bianco caorlotto che diventano anche ingredienti di piatti da provare poi nelle caratteristiche osterie del borgo: strutture consigliate dall’iniziativa Gusta Caorle, una guida che invita a conoscere i sapori e i saperi locali, presentando prodotti a km zero, specialità tipiche, ristoranti e appuntamenti culinari.

www.smstudiopr.it/it/news/dettagli/caorle-dal-mare-alla-tavola-scoprire-la-tradizione-della-pesca-tra-il-porto-e-i-ristoranti-tipici.html

Al Cristallo Resort & Spa Marco Pinelli e Simone Padoan portano l’estate nei menù



Le Dolomiti ampezzane, con i loro profumi e colori estivi, sono protagoniste delle proposte gastronomiche dell’Executive chef del 5 stelle lusso, realizzate con materie prime di stagione: tra erbe spontanee, funghi, prodotti di malga si riscopre la vocazione gourmet del territorio. Marco Pinelli ha inoltre affiancato, dal punto di vista creativo, Simone Padoan della pizzeria I Tigli di San Bonifacio, che torna con il suo temporary pop-up dal 18 luglio al 13 settembre con un menù aggiornato per l’estate.
Cortina d’Ampezzo (BL), 30 giugno 2020_ L’estate, sulle Dolomiti ampezzane, ha il profumo delle malghe e dei loro formaggi, delle erbe spontanee, dei funghi, dei germogli di campo. Ingredienti che il Cristallo, a Luxury Collection Resort & Spa, Cortina d’Ampezzo, propone direttamente in tavola, raccontando la stagione con un menù concepito dall’Executive chef Marco Pinelli.

Tanti i piatti ideati per valorizzare le materie prime di stagione e locali: lo chef ama lasciarsi ispirare dalla cucina della conca ampezzana, dai piccoli produttori del territorio, ma anche dai paesaggi, i colori, i profumi che lo circondano, trasformandoli in un’esperienza culinaria.

E così troviamo, à la carte o nei menù degustazione – da 4 o 6 portate – la “Trota in tre modi”, accompagnata da pastinaca, crema di latte di malga, crumble di ribes e rosa canina, oppure l’”Esplosione di porcini”, preparati in varie modalità, insieme a un gustoso brodetto di speck, o ancora, le tagliatelle di segale servite con ragù di agnello di Alpago, gel di lamponi e note aromatiche di finocchietto e cumino. La “Pantera Rosa” - risotto Vialone Nano, barbabietola, crema acida e uova di salmerino – è un omaggio all’omonimo film con Peter Sellers girato nel 1963 proprio al Cristallo Resort & Spa, trasformato in set cinematografico. Si torna alle atmosfere alpine con il “Salmerino su prato di montagna” e il “Branzino nel sottobosco”, ma non si rinuncia a un’occasionale piacevole incursione a sud con “Il Regno delle due Sicilie”, con gli Spaghetti di grani antichi siciliani BIO e pomodorini del piennolo campano. Chiude il menù “Latte e Caffè”, una bavarese al caffè con spuma al latte, cremoso al caffè, meringa al latte, meringa al caffè e gelato.

 
Ma l’estate, nel 5 stelle lusso, è anche sinonimo di pizza gourmet: torna con tante novità Simone Padoan, l’ideatore e proprietario de I Tigli a San Bonifacio di Verona, pizzeria che ha entusiasmato i network gastronomici di tutta Italia, dal Gambero Rosso alla Guida Espresso, posizionandosi tra le migliori del 2020. Il suo temporary pop-up aperto a cena dal 18 luglio al 13 settembre, dal martedì alla domenica, propone un menù in cui le pizze proposte lo scorso inverno sono state rivisitate in chiave estiva, in modo da valorizzare pienamente gli ingredienti freschi e di stagione. Ad esempio, la pizza “Polenta e Baccalà” viene servita con melanzane e pomodori confit, mentre la pizza “Ampezzana”, un’esclusiva dell’hotel, si sposa con Fermentino, speck e porcini. 
Cristallo, a Luxury Collection Resort & Spa, Cortina d’Ampezzo
Dal 1901 Cristallo, a Luxury Collection Resort & Spa, Cortina d’Ampezzo è incastonato nello spettacolare scenario delle Dolomiti (sito UNESCO). Di proprietà e in gestione alla famiglia Gualandi, l’iconico albergo si trova all’interno di un palazzo storico che ha ospitato le Olimpiadi Invernali del 1956 e accolto tantissimi ospiti celebri come Frank Sinatra e troupe cinematografiche. L’albergo, con doppia stagionalità, si trova in una delle destinazioni turistiche più ricercate in Italia, per gli impianti sciistici d’inverno, per le escursioni all’aria aperta in estate e per le esperienze gastronomiche di alto livello. Con una maestosa vista che spazia dalla città di Cortina d’Ampezzo alle Dolomiti, le 74 camere dell’albergo, incluse 20 suite e 2 Presidential suite sono state restaurate rispettando il carattere tradizionale degli arredi. Gli ospiti possono gustare diverse specialità gastronomiche nei 3 ristoranti dell’albergo guidati dallo Chef Marco Pinelli. La Crisallo ULTIMATE SPA di 1600 metri quadrati, per i trattamenti di Transvital Swiss Beauty Center, utilizza esclusivamente materie prime locali e include uno spazioso FitWell Club. Nel giugno 2017, il resort è entrato a far parte del brand The Luxury Collection, che raccoglie i migliori hotel di lusso nel mondo. Come nuovo affiliato e come primo mountain resort del marchio al mondo, Cristallo continua a offrire ai propri ospiti un’atmosfera elegante dal gusto classico, combinandola a dotazioni tecnologiche all’avanguardia, per un soggiorno improntato al lusso contemporaneo. www.cristallo.it

Informazioni su The Luxury Collection Hotels & Resorts
The Luxury Collection® parte di Marriott International, Inc , riunisce una selezione di hotel e resort che offrono esperienze uniche ed autentiche che evocano tesori e memorie durature. The Luxury Collection offre all’ esploratore globale  accesso alle destinazioni più affascinanti del mondo. Ogni hotel e resort è un esempio unico e prezioso della destinazione in cui si trova, un vero e proprio accesso alle tradizioni e al fascino del luogo. Creato nel 1906 sotto il brand CIGA come collezione delle più celebri e simboliche proprietà d’Europa, oggi il marchio The Luxury Collection raccoglie oltre 119 hotel e resort fra i più famosi del mondo, in più di 30 paesi e nelle città e destinazioni più spettacolari. Tutti gli alberghi The Luxury Collection, alcuni dei quali testimoni di tradizioni centenarie, sono riconosciuti a livello internazionale per essere fra i più affascinanti del mondo.

Per ulteriori informazioni e per le nuove aperture, visitare theluxurycollection.com o seguire Twitter, Instagram e Facebook. The Luxury Collection è orgogliosa di partecipare a Marriott Bonvoy, il nuovo programma di viaggio di Marriott che sostituisce Marriott Rewards®, The Ritz-Carlton Rewards® e Starwood Preferred Guest® (SPG). Il programma offre ai membri uno straordinario portafoglio di marchi globali, esperienze uniche su Marriott Bonvoy Moments e vantaggi senza pari tra cui punti validi per soggiorni e pernottamenti gratuiti in alberghi del gruppo e per il riconoscimento dello status Elite. Per iscriversi gratuitamente o per ulteriori informazioni sul programma, visitare MarriottBonvoy.marriott.com.

Informazioni su Marriott International, Inc.
Marriott International, Inc. (NASDAQ: MAR) è una società con sede a Bethesda (Maryland, Stati Uniti d'America) e conta circa 7300 proprietà e 30 brands in oltre 134 paesi. Marriott è una società di gestione e franchising di alberghi, oltre ad essere licenziataria di resort in multiproprietà. La società offre Marriott BonvoyTM , il pluripremiato programma di fedeltà con più di 141 milioni di iscritti nel mondo. Per ulteriori informazioni si prega di visitare il sito web all'indirizzo www.marriott.com, e per le ultime notizie visitate www.marriottnewscenter.com. Inoltre ci si può connettere con noi su Facebook e con @MarriottIntl su Twitter e Instagram.

 

LABRENTA NON SI FERMA E INAUGURA LA NUOVA SEDE IN MESSICO

L’Azienda di Breganze (Vicenza) prosegue il disegno di internazionalizzazione, sostenuto da un bilancio 2019 che si conferma positivo
Labrenta, specializzata in soluzioni di chiusura per il settore spirits & wine, inaugura ufficialmente la nuova sede in Messico. L’impresa è situata nella città di Zapopan nello stato di Jalisco. L’Azienda di Breganze (Vicenza), guidata dai fratelli Amerigo e Gianni Tagliapietra, esordisce in un nuovo mercato, quello del Centro America, coerentemente con una più ampia strategia di Gruppo avviata nel 2005 con la fondazione di Labrenta South America in Brasile. La nuova filiale produttiva nasce con l’obiettivo di servire il Messico e i Paesi limitrofi dove il mondo della Tequila, del Mescal e del Rum, come per altri distillati, si sta evolvendo, con una domanda crescente di packaging sempre più personali e di qualità in grado di elevare al massimo le proprietà del prodotto contenuto nelle bottiglie.
Nella sede messicana, dove nei 1.500 mq di superficie sono ad oggi attivi dieci collaboratori, la produzione di tappi in vari materiali quali legno e plastica è già entrata nel vivo grazie a una serie di attività coordinate del CEO Jesus Nuñez. L’operazione, che ha incluso l’acquisizione della ditta Tapones Cabrera, attiva da anni nella produzione di chiusure di diversi materiali - legno, plastica, vetro e alluminio - si è concretizzata tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020 con un investimento di mezzo milione di euro.
L’apporto della tecnologia e del know-how di Labrenta si unisce alle competenze già acquisite da Cabrera con l’obiettivo assoluto di far conoscere al mercato una nuova e innovativa linea di prodotti e per dare vita a originali e complessi progetti con standard qualitativi più elevati, atti a soddisfare i clienti più esigenti. Inoltre la distribuzione del prodotto è già autonoma, grazie a un'organizzazione e a un ufficio vendite collaudati.
“Si tratta di un segnale forte da parte di un’azienda che in tempi di emergenza sanitaria Covid-19 decide comunque di attuare un investimento importante – dichiara Amerigo Tagliapietra – L'imprenditorialità italiana non si ferma, si fa strada nel mondo con coraggio, determinazione e la solidità di un progetto a lungo termine”.
Nel 2019 Labrenta ha registrato un fatturato di 10,5 milioni di euro e una rispettiva crescita del 15%, grazie principalmente all’export. L’ampia gamma di prodotti di fattura vicentina, realizzata da ottanta collaboratori attivi nelle tre sedi del Gruppo, è commercializzata ovunque si producano distillati e vino nel mondo, raggiungendo anche destinazioni di nicchia come le Barbados.
Conclude Gianni Tagliapietra: "Pur in un periodo in cui incertezza, insicurezza e l’impedimento a effettuare viaggi e spostamenti hanno determinato un inevitabile cambio di rotta a livello mondiale, Labrenta è riuscita con risolutezza e forte spirito imprenditoriale a portare a compimento il progetto in Messico e si pone così in un’ottica di espansione su nuovi mercati, dove i prodotti spirits & wine di fascia premium sono sempre più apprezzati e determinano la crescita dell’import, ma anche della produzione in loco."

Cattura la magia di ogni tuo momento con Acqua Panna




Dal 30 giugno al 28 settembre con Acqua Panna puoi vincere
 Kit GoPro di ultima generazione, ideali per rendere indelebili i momenti più speciali


Acqua Panna è l’acqua minerale naturale toscana scelta dai più grandi chef per il suo inconfondibile gusto morbido, ideale per accompagnare ed esaltare i piatti, dai più semplici a quelli più ricercati.

Grazie alla sua ampia gamma di formati, è perfetta da gustare in ogni momento della giornata, a casa, al ristorante e anche in viaggio, quando si desidera un sorso di freschezza.

Con la stagione estiva che porta con sé il piacere della vita all’aria aperta e la scoperta di luoghi suggestivi, Acqua Panna torna protagonista con un concorso speciale che offre al pubblico la possibilità di immortalare ogni momento e renderlo indimenticabile.

Il concorso Cattura la magia di ogni tuo momento darà l’opportunità di vincere, ogni settimana, due GoPro Hero 8 Black arricchite di un ricco kit di accessori per foto e video ancor più uniche e speciali.
Il kit comprende l’impugnatura Shorty, una fascia per la testa, una scheda SD e una batteria di ricambio aggiuntiva, il Display e Media Mod, che amplificano la potenzialità ed esperienzialità delle riprese e il Floaty, un dispositivo galleggiante che consente la perfetta adattabilità del set in acqua. Qualità e alta tecnologia fanno di questo kit il compagno ideale per catturare e rendere indelebili i più bei momenti in famiglia, con gli amici, a casa o in viaggio.  

Per partecipare al concorso sarà sufficiente acquistare, dal 30 giugno al 28 settembre 2020, una confezione di Acqua Panna nei formati 6x75cl PET, 6x150cl PET, 6x150cl BIOPET. Ogni settimana saranno estratti due vincitori, per un’assegnazione totale di 26 Kit GoPro. Informazioni e regolamento: www.acquapanna.com



SIPO, dà il benvenuto alla nuoa linea di Peperoncini piccanti


SIPO è lieta di comunicare che ha inserito nella propria offerta assortimentale la nuova linea di peperoncini piccanti a marchio Sapori del mio orto, nelle seguenti varietà:
  • Ciliegia g. 150
  • Cornetto rosso e verde g. 150
  • Habanero g. 100 
  • Jalapeño g. 150 
Il peperoncino è il frutto di una pianta originaria dell’America Latina appartiene alla famiglia delle Solanacee. Esistono centinaia di tipi di peperoncino che hanno forme, dimensioni, colori e livello di piccantezza diversi.
             I peperoncini consumati freschi hanno un aroma e un sapore caratteristico, che varia da una specie all’altra. Una volta essiccati, mantengono solo la loro piccantezza. Il peperoncino può essere consumato fresco nelle sue varietà meno piccanti, aggiungendolo in insalate, piatti di verdura o di legumi, mentre essiccato può essere aggiunto in piccole quantità in sughi, salse, carni, verdure. Con i peperoncini si preparano anche salumi, formaggi e ottime conserve.
Il peperoncino è dotato di molte proprietà e di tanti benefici. Si tratta di funzioni terapeutiche, dimagranti, nutritive e si dice anche afrodisiache. Si configura come un vero e proprio antiossidante e la ricerca scientifica si sta concentrando per cercare di scoprire il suo ruolo nella prevenzione dei tumori. E poi ancora il peperoncino favorisce la digestione e la circolazione sanguigna,, riduce il colesterolo cattivo ed ha delle evidenti proprietà antinfiammatorie, svolge azione antibatterica e antisettica
Scopri di più sul nostro http://blog.sipo.it/

lunedì 29 giugno 2020

Turismo post-Covid: le destinazioni italiane si reinventano con esperienze su misura

Nella conferenza digitale conclusiva della rassegna “Tempo di Rinascita” si è parlato di turismo esperienziale post-Covid.

Due sono i fattori che sono e saranno sempre di più alla base delle preferenze dei turisti al momento per scegliere le destinazioni: benessere fisico e psicologico, e personalizzazione.
Le traduzioni di queste tendenze sono le well being destinations, le boutique destinations, le destinazioni green e le destinazioni creative per rigenerarsi e rivitalizzarsi.

Cresce la voglia di esperienze su misura per vivere e sentire il territorio e il desiderio di sostenibilità. Sul lato investimenti, emerge il bisogno di puntare su infrastrutture e connessione

 

 
29 giugno 2020_Dal turismo di massa e di nicchia, a quello esperenziale e motivazionale. Negli ultimi anni, e in particolar modo negli ultimi mesi, il mondo del turismo ha subito una rivoluzione.

Cosa accadrà da oggi al 2025? Quali tipologie di destinazioni turistiche richiederà il mercato? A queste domande ha voluto rispondere la conferenza digitale organizzata oggi, 29 giugno, all’interno della rassegna ‘Tempo di Rinascita - Scenari, idee, progettualità’, ideata dall’agenzia di comunicazione DOC-COM per riflettere a più voci sul mondo che sta cambiando.

“Nel post-Covid, il settore del turismo sta vivendo un grande cambiamento – sottolinea Josep Ejarque, Amministratore Unico FTourism & Marketing, tracciando una panoramica dell’evoluzione della domanda – Fino agli anni Duemila la domanda era prevalentemente territoriale: si andava in vacanza in una località per visitarla e godere del riposo e delle occasioni di divertimento e le uniche due tipologie di destinazioni turistiche erano le destinazioni di massa e le destinazioni di nicchia. Oggi assistiamo alla crescita della domanda di turismo motivazionale, un trend presente già prima della pandemia, che subirà un ulteriore incremento nei mesi e negli anni a venire. Si può parlare di una tendenza all’uberizzazione del turismo, in cui innovazione tecnologica e sharing economy hanno un ruolo importante. Il turismo diventa quindi esperienziale e ha come parole d’ordine “vivere, sentire”. Anche le motivazioni e gli interessi dei turisti cambiano: si assiste oggi a una voglia di fuga dall’agglomerazione, alla ricerca di luoghi ed esperienze che rispecchino i valori personali e a un maggiore individualismo. Anche le destinazioni si modificano in maniera verticale e si trasformano in boutiques destinations, well being destinations, destinazioni green e destinazioni orange. Di particolare interesse per l’Italia sono le well being destinations, che rispecchiano un modo olistico di viaggiare che integra salute fisica e mentale, che ricerca la longevità, l’elevazione della coscienza, della spiritualità e la connessione con la comunità, la natura o il divino. In questa tipologia di destinazioni prevalgono la voglia di ricaricarsi, rilassarsi, riconnettersi e rivitalizzarsi. Le destinazioni green riprendono varie forme di turismo direttamente connesse alle risorse rurali, in cui la cultura rurale rappresenta la componente più importante insieme alla sostenibilità. La voglia di fare esperienze diverse è al centro della proposta delle destinazioni orange, che si fondano sul cosiddetto turismo creativo, fornendo un legame con le popolazione locale. Infine ci sono le boutique destinations, che rispondono in maniera accurata alle richieste di un determinato segmento della domanda”.

Marco Berchi, giornalista de La Stampa e La Repubblica ha fatto il punto sul tema più caldo del settore, quello dell’esperienza: “Vorrei provare a dare una definizione di esperienza, che è ‘vivere ciò che ci fa crescere’. In questa breve frase c’è tutto il senso della ricerca a cui assistiamo in questi mesi. L’esperienza, soprattutto nel turismo, non è mordi e fuggi, ma è cercare di capire il senso delle località che visitiamo e viviamo.
La richiesta di esperienze, forse in modo inconsapevole, va nella direzione di vivere più intensamente e capire più intensamente, aggiungendo un supplemento di umanità. La vacanza è certamente un momento di evasione, divertimento, gioia e riposo ma non è fuga e alienazione, temi che invece ritroviamo a volte nelle nostre metropoli e sui nostri posti di lavoro. Il turismo diventa così un momento di verità più profonda, in cui essere pienamente se stessi. Dopo bel viaggio, infatti, si torna a casa più consapevoli e più interessati alle nostre radici”.

La sostenibilità sarà ancora una volta il tema cardine su cui ruoteranno le esperienze turistiche, anche in occasioni di grandi eventi. Renzo Bortolot, Presidente della Magnifica Comunità del Cadore, ha raccontato come il territorio cadorino si sta preparando alle Olimpiadi del 2026 che vedranno Cortina in prima linea: “Un’istituzione con 700 anni di storia come la nostra che raggruppa 22 Comuni non può non puntare sulla sostenibilità: abbiamo dato vita perciò al Green Deal Cadore 2030, un piano in cui abbiamo fatto rete per la promozione territoriale mettendo insieme il tessuto culturale, le imprese e il terzo settore. Nel prossimo decennio vivremo infatti una serie di appuntamenti che saranno una grande attrattiva per il nostro territorio, come i Mondiali di Sci, i Mondiali di Canoa e infine le Olimpiadi. Il nostro obiettivo è accogliere questi grandi eventi mantenendo la nostra identità e portando i visitatori a vivere esperienze locali, culturali e sostenibili”.

Dalla Sardegna arriva l’esperienza di come si costruisce una well being destination, raccontata dal sindaco di Sant’Antioco Ignazio Locci: “Nella nostra isola il turismo è sempre stato trainato dalla ‘destinazione Sardegna’ ma oggi vogliamo promuovere e raccontare il nostro territorio come “isola nell’isola”, una destinazione del benessere in cui rigenerarsi ed entrare in contatto con le bellezze naturali, che possono garantire alla nostra comunità un nuovo avvenire dopo il ridimensionamento delle miniere del Sulcis. Abbiamo quindi studiato come presentarci per far emergere l’immagine di destinazione sicura e abbiamo lavorato molto sugli spazi pubblici, elaborando una segnaletica che potesse dare l’idea di un luogo sano e sicuro. Anche il coordinamento delle strutture ricettive è stato oggetto di lavoro e oggi grazie a canali di comunicazione diretta siamo in grado di dare supporto ai nostri operatori sul territorio, mentre per i turisti è stata realizzata una web app che 2-3 volte al giorno comunica numero presenze nelle spiagge. E anche se la stagione quest’anno è partita in ritardo siamo pronti ad accogliere i visitatori con un prodotto turistico che è un’isola in cui si possa sperimentare la giusta connessione e allo stesso tempo la disconnessione dal mondo reale, per assaporare un’esperienza fuori dal classico stereotipo della vacanza in Sardegna”.

Dal turismo di massa alle boutiques destinations: l’esperienza di Matera è un esempio calzante per raccontare il cambiamento della proposta turistica in una città. Ne ha parlato nel suo intervento Gino Marchionna di Matera Collection: “Nel post pandemia abbiamo la possibilità di ripartire dall’anno 0, lavorando sui dati che riusciamo a raccogliere per creare esperienze sempre più su misura. Per noi è importante conoscere non solo i numeri di arrivi e partenze, ma anche elementi come il prezzo medio per turista, e soprattutto la capacità di carico della città, in modo da prendere le migliori decisioni sia sugli investimenti pubblici, sia sulle attività private.
Le persone vengono a Matera per vivere la città e offrire loro sistemazioni che siano diverse – come i 7 caratteristici boutiques hotel del nostro gruppo, che possono contare su 104 camere per circa 500 metri, in una sorta di albergo diffuso – è per noi fondamentale. È necessario innovare l’esperienza del viaggiatore, e lavorare insieme per dire stop ai fenomeni nocivi del turismo come l’abusivismo. Diventa quindi importante formulare un piano strategico e una serie di azioni operative a breve, medio e lungo termine, per ripensare il turismo in maniera ottimale per visitatori e residenti”.

Gherardo Manaigo, Presidente del Distretto turistico delle Dolomiti bellunesi che raccoglie 64 comuni, ha sottolineato l’importanza di investire nelle infrastrutture per innovare la proposta turistica delle località: “Per gli eventi dei prossimi anni, come le Olimpiadi del 2026, abbiamo l’obbligo di progettare gli eventi in maniera green. Questo significa soprattutto recuperare spazi, come hotel e aree ricettive, che sono abbandonati o in disuso, per evitare di costruire nuovi edifici che non avranno una collocazione determinata dopo la fine degli eventi. Dobbiamo dedicare anche una maggiore attenzione ai collegamenti ferroviari, stradali e aerei con i grandi hub come Milano, Venezia e Verona, potenziando il ruolo dei piccoli aeroporti ora dismessi. La necessità di connessione, infine, è emersa prepotentemente durante il lockdown e ci ha fatto capire come sia fondamentale offrire ai turisti una buona rete internet e un’ottima copertura telefonica”.

Montagne, laghi, colline tappezzate di vigneti: il caleidoscopio di proposte turistiche della provincia di Brescia, dove ciascuno può ritagliarsi la vacanza perfetta e sicura, all’insegna del green, della natura, della vita attiva, del benessere e del gusto. Il tutto, nell’arco di 150 km.




Dai fitti boschi alpini della Valle Camonica alle spiagge dei laghi d’Idro, Iseo e Garda, passando per colline tappezzate di pregiati vigneti della Franciacorta e della Valtènesi, la provincia di Brescia racchiude nell’arco di circa 150 km una straordinaria varietà di paesaggi, luoghi, proposte turistiche. Un accogliente scrigno di tesori di natura, arte, storia, gusto, esperienze che sa stupire e all’interno del quale ciascuno può ritagliarsi la sua vacanza perfetta. E che per questa estate è pronto ad accogliere gli ospiti in totale sicurezza, per rigeneranti vacanze all’insegna del green, della natura, della vita attiva, del benessere e del gusto. Una terra ideale per vacanze Made in Italy, che volendo si può decidere di scoprire anche, inanellando meta dopo meta, un piacevolissimo tour estremamente variegato.

Tre laghi, tre differenti modi di intendere la vacanza
Con le loro diverse anime, i tre laghi di Garda, Iseo e Idro rappresentano tre differenti modi di intendere la vacanza. Unici e stupendi, vicini ma diversi per peculiarità, colori, panorami e attività da praticare. Spiagge attrezzate, escursioni in barca, siti che uniscono alle bellezze naturali il fascino della storia sono solo alcune delle suggestioni di luoghi perfetti per chi cerca spazi fuori dall’ordinario, che consentono non solo di praticare ogni genere di sport acquatico, ma anche di camminare e pedalare in mezzo alla natura.

Il Lago di Garda, il più grande d’Italia – con i suoi litorali, le ville Liberty e un fascino in grado di incantare grandi della letteratura come Goethe, Mann, Kafka e D.H. Lawrence – disegna un ambiente dall’atmosfera calda e glamour, in cui l’ospitalità è un arte storicamente apprezzata da turisti italiani e stranieri. Le sue rive, baciate da un clima mite e mediterraneo, sono punteggiate da caratteristici borghi, castelli, monasteri e incantevoli cittadine ricche di monumenti e cariche di storia, quali Sirmione, Desenzano, Salò, Gardone Riviera, Limone. Straordinaria la sua vegetazione mediterranea, lussureggiante di olivi, limoni, palme, a cui fa da contrappunto il fascino della montagna e della natura intatta dell’entroterra, protetto per larghi tratti da parchi e riserve. Una cornice perfetta per vacanze green e attive in uno dei contesti più affascinanti del Belpaese. Fra le innumerevoli possibilità di movimento, la ciclopedonale del lago di Garda - considerata la passerella più spettacolare d’Europa - è un incredibile percorso di 2 km in totale sicurezza a picco sul lago, che collega Limone con il confine di Riva del Garda. È un tragitto slow con uno strepitoso panorama, adatto anche a famiglie con bambini, che si può fare anche di sera, grazie a un’efficiente illuminazione a led che ne esalta l’ecosostenibile romanticismo.

A 368 m d’altitudine, tra le montagne della Valle Sabbia e delle Prealpi lombarde, il Lago d’Idro offre un rifugio perfetto a chi alla mondanità preferisce le vacanze en plein air fra camping e villaggi attrezzati anche per il glamping, le passeggiate nel verde, sport anche estremi e attività all’aria aperta. Accarezzato da un vento costante che permette di praticare vela, surf e kitesurf, è circondato da montagne che sono la palestra ideale per gli amanti di mountain bike, ferrate sulla roccia, parapendio, canyoning e attività all’insegna della dinamicità e del divertimento.

Il Lago d’Iseo è noto in tutto il mondo come il Lago di Christo, da quando nell’estate 2016 il celeberrimo artista vi ha realizzato “The Floating Piers”, installazione galleggiante che ha consentito al pubblico di camminare letteralmente sulle acque e di raggiungere a piedi Monte Isola, la più alta isola lacustre d’Europa, un mondo a sé che si scopre solo a piedi o in sella alla bici. Pescosissimo a conferma della purezza delle sue profonde, il lago - su cui spira una brezza costante- è l’ideale per chi ama vela e windsurf, parapendio e deltaplano, ma anche per chi da una vacanza chiede oltre allo sport, relax e natura intatta. Moltissimi i percorsi panoramici per bike e passeggiate. Gli appassionati delle due ruote possono fare pedalate indimenticabili sul tratto lacustre della Ciclovia dell’Oglio, eletta ciclabile più bella d’Italia agli Italian Green Road Awards 2019. Con 1.862 metri il dislivello e 282 km totali di percorso – 150 dei quali nella provincia di Brescia - questo paradiso per ciclisti si snoda attraverso l’area Unesco delle Incisioni Rupestri della Valle Camonica, costeggia il lago d’Iseo e si insinua tra i vigneti della Franciacorta, fendendo la pianura bresciana per poi confondersi con il lungofiume del Po.

Colline, vigne ed uliveti
A fare da corona ai laghi, si innalzano dolci colline tappezzate da vigne e ulivi e punteggiate da antichi borghi, castelli ed abbazie, come i rilievi della Franciacorta che degradano nel lago d’Iseo e da cui provengono i pregiati vini che ne portano il nome, i colli ricchi di storia dell’anfiteatro morenico gardesano o quelli della Valtènesi, terra di grandi vini e di altrettanto pregiati oli. E, più oltre, le vaste distese della pianura segnate dal corso di fiumi Oglio e Chiese, dove fra filari di pioppi si scorgono scorci di ville patrizie e castelli. Tutti luoghi ideali per pedalate e passeggiate, e vacanze nel verde e nella natura.

Montagne di sport
Risalendo verso Nord, Valle Camonica, Valle Trompia e Valle Sabbia concentrano in sé il meglio dell’Italia che accoglie questa estate gli amanti della montagna. Dal trekking alla mountain bike, fino al cicloturismo sui più bei tracciati della penisola, i fan del movimento a un passo dal cielo possono usufruire di un’offerta veramente unica. Natura incontaminata, paesi incantevoli, strutture di ogni tipologia (dal raffinato hotel al camping), calda accoglienza, pietanze tipiche, una quarantina di rifugi è ciò che trovano i turisti, con il corollario di panorami mozzafiato, parchi naturali, importanti tracce della storia. Con 500 km di tracciati per mountain bike, splendidi parchi naturali dove rigenerarsi con la potenza della natura (Parco Nazionale dello Stelvio e Parco dell’Adamello), una fitta rete di sentieri dal fondo valle all’alta quota, la Valle Camonica è il paradiso per gli amanti delle attività outdoor, focalizzate principalmente nella parte alta della vallata, a Temù e nel Comprensorio Pontedilegno-Tonale e nell’area di Borno, cuore dell’Altopiano del Sole. Per i ciclisti esperti o semplici appassionati, tra alpeggi e mulattiere risalenti alla Prima Guerra mondiale, si trovano leggendarie salite del Giro d’Italia come Gavia e Mortirolo oppure Crocedomini e Vivione, oltre a percorsi per downhill e gravity nei boschi di Ponte di Legno e Temù, il bike park del Passo Tonale. Per chi predilige la camminata lenta, imperdibili la Via Valeriana e il Cammino di Carlo Magno, due percorsi paesaggistici, storici e culturali da percorrere in più giorni, che dalla Valle Camonica arrivano fino al lago d’Iseo. Tra Valle Trompia e Valle Sabbia i sentieri ben marcati del Monte Maniva sono l’ideale per trekking di più giorni e semplici passeggiate, anche seguendo sentieri che ripercorrono i luoghi della Grande Guerra e della Resistenza. Fra le due valli, fino a Brescia, la Greenway delle Valli Resilienti è un eden per gli appassionati delle due ruote, a cui mette a diposizione ben 3.500 km di piste ciclabili, 74 percorsi dedicati a slow, road e mountain bike e 9 tour da effettuare attraverso splendidi paesaggi montani.

En plein air, tra arte e storia
Straordinaria anche la ricchezza storico artistica e architettonica del bresciano, marcato da testimonianze che vanno dalla Preistoria all’archeologia industriale e all’arte contemporanea. Siti archeologici, borghi storici, castelli, fortificazioni, pievi, abbazie, chiese, musei, pinacoteche costituiscono il fil rouge per stupendi itinerari fra arte e storia en plein air, in scenari mutevoli e paesaggi di grande fascino. Prima realtà italiana a essere iscritto nella lista del Patrimonio Mondiale UNESCO nel 1979, l’Arte Rupestre della Valle Camonica è una straordinaria galleria all’aria aperta di oltre 200.000 incisioni catalogate. Dalle sponde del lago d’Iseo fino a Ponte di Legno, in ben 180 siti distribuiti fra 24 comuni, la Valle dei Segni attraversa 12mila anni di storia, dalla fine del Paleolitico Superiore (tra 13.000 e 10.000 anni fa) all’Età del Ferro (I millennio a.C.). Nel Parco Nazionale di Naquane a Capo di Ponte e in vari altri siti ben segnalati, la visita, divertente e istruttiva per grandi e piccoli, unisce al piacere di camminare fra boschi e prati il richiamo della scoperta e della storia. Un affascinante viaggio nel nostro passato, fatto en plein air.  In tema di storia, un’altra perla assoluta da scoprire passeggiando sono le Grotte di Catullo a Sirmione, fra le più suggestive aree archeologiche italiane: immerso nel verde degli ulivi, il complesso – che si estende per oltre 2 ettari- è l’esempio più grandioso di villa romana finora riportata alla luce nel Nord Italia. Sul Garda, si trasformano in imperdibili passeggiate nella storia anche le visite al Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera, l’affascinante casa-museo di Gabriele D’Annunzio con il suo stupendo parco di circa 10 ettari, e alla Rocca di Lonato con l’annessa Casa museo del Podestà, Monumento nazionale, fra le più imponenti fortezze del Nord Italia, da cui si gode una vista impareggiabile sul lago.

Benessere e Terme
A chi intende la vacanza come un modo per rilassarsi nel verde, il Bresciano offre uno straordinario circuito di golf, fra i più importanti d’Italia, con ben 13 campi. Per chi cerca invece vacanze - benessere per rimettersi in forma e migliorare lo stato della propria salute, ecco le proposte dei noti centri termali di Sirmione e Boario e della montana Terme di Vallio, nonché la Speleoterapia nella miniera Sant'Aloisio a Collio, in Valle Trompia.

Regione Europea della Gastronomia
Nel 2017 Brescia è stata premiata come Regione Europea della Gastronomia. Fra territori così diversi fra loro, molto varia è anche la proposta enogastronomica, che completa perfettamente, all’insegna del gusto, la vacanza.  Prodotti DOP, come gli oli EVO del Garda e del Sebino, pregiati prodotti della tradizione (quali la Rosa Camuna e la Formagella di Tremosine, prelibati formaggi), Presidi Slow Food (quali il formaggio Bagòss), vini eccellenti (come il Franciacorta e le 9 Doc Botticino, Capriano del Colle, Cellatica, Terre di Franciacorta, Garda, Garda classico, Garda bresciano, Lugana, San Martino della Battaglia), una straordinaria gamma fra ristoranti stellati Michelin, trattorie e osterie tipiche, che propongono cucine assolutamente varie fra loro e spaziano dai sapori di montagna, a quelli di lago a quelli di campagna: questa è la provincia di Brescia in tavola, tutta da scoprire e da assaporare.

Esperienze per una vacanza da fare e da gustare
Molte, divertenti, spesso inusuali, con proposte per grandi e piccoli, sono le esperienze possibili per tuffarsi nell’essenza di queste terre bresciane. Le si scopre sul sito www.visitbrescia.it, nelle sezioni MAKE e TASTE. Scorrerle significa farsi un’idea della ricchezza di opportunità di un territorio che consente di scoprire i segreti della carta fatta a mano sul Lago di Garda o di ammirare una straordinaria collezione privata di motoscafi Riva d'epoca su quello d’Iseo, di entrare nell’universo della lavorazione del marmo di Botticino o di immergersi nelle cantine della Franciacorta, o ancora toccare con mano il procedimento del passaggio dal latte al formaggio in Valle Sabbia. La lista delle proposte è ricca e curiosa e in continuo aggiornamento.

Per informazioni: www.visitbrescia.it

Franco Toros, la sua famiglia, i suoi vini del Collio a Borghi d'Europa.....

La rete internazionale Borghi d'Europa sviluppa il progetto 'Cormons, Terra della Sostenibilità',nel più ampio percorso de &...