giovedì 15 febbraio 2018

I VINI NATURALI A SORGENTE DEL VINO LIVE 2018 PER L’ITALIA DEL GUSTO




Milano, 14 Febbraio 2018- Nell’universo del vino, molto ampio, si stanno ritagliando lo spazio che meritano i vignaioli che hanno scelto di lavorare in vigna nella maniera più sana ed equilibrata che ci sia, biologia o biodinamica, senza utilizzare nessun tipo di agente chimico e usando solamente lieviti indigeni nelle vinificazioni.
Tutti i vini ottenuti sono perciò più sani e digeribili, non si corre sicuramente il rischio di un forte mal di testa dopo averne degustati tanti: questo è quanto è stato appreso dall’Italia del Gusto dopo l’interessante visita a Piacenza Expo alla rassegna Sorgente del Vino Live, giunta alla 10° edizione, svoltasi dal 10 al 12 febbraio c.m. .
Altro fattore molto importante per l’Italia del Gusto è stato quello di capire bene i differenti terroir delle diverse cantine testate, provenienti da tutta Italia.
Per quanto riguarda le bolle, sono stati particolarmente apprezzati il Prosecco Col Fondo dell’Azienda Agricola Silvia Fiorin di Pieve di Soligo (Tv), il Pignoletto di Modena Frizzante Dop e il Millesimato Pas Dosè di uve Trebbiano dell’Azienda La Cavaliera di Castelvetro di Modena e poi gli Spumanti di Pinot nero di Torre degli Alberi, prodotti a 500 m s.l.m. a Ruino in Oltrepo Pavese.
Bianchi fermi: degni di menzione sicuramente il Campania Fiano artigianale dell’Azienda Agricola Cocciacavallo di Pratola Serra (Av), il Fiano del Cilento dei Viticoltori De Conciliis, i vari Pigati Liguri di Vis Amoris di Imperia, davvero una bella scoperta, poi il Friulano, il Sauvignon Blanc e il Picolit Secco (una chicca unica) di Aquila del Torre di Povoletto (Ud), l’ottimo Chardonnay di Scapigliata, piccola realtà di Ospitaletto (Bs), specializzata in vini e mieli naturali e poi il grandioso Greco di Bianco della Casa Vinicola Lucà di Cirò Marina (Kr) e la Malvasia di Lipari della Cantina Fenech Francesco di Isola di Salina, nel Messinese.
Infine i rossi: qui il focus è stato rivolto essenzialmente all’Isola dei Nuraghi Rosso Igt , da uve Carignano e Monica della Cantina Enrico Esu di Carbonia (Ci), all’Aglianico del Vulture dell’Azienda Agricola Camerlengo  di Rapolla (Pz), al Barbera del Monferrato Doc dell’Azienda Cantine Valpane di Ozzano Monferrato (Al), al Melissa Doc Rosso da uve Gaglioppo e Greco nero di Fezzigna, nel comune di Umbriatico, nel Crotonese, al Cesanese dell’Azienda Agricola Milana di Olevano Romano (Rm) e al grande Chianti Docg dell’Azienda Agraria con Agriturismo Podere Alberese di Asciano (Si). I giornalisti dell’Italia del Gusto hanno anche assaggiato i grandi vini Alsaziani della Domaine Paul Kubler.
Diverse tipologie di vini, quelli degustati a Sorgente del Vino Live a Piacenza, con lo stesso minimo comun denominatore: naturali e d’alta qualità!

Photo Credits by Endstart Photo







Nessun commento:

Posta un commento

A VILLA SELVATICO DI RONCADE IL PREMIO GIANNITESSARI-VENEZIE A TAVOLA COME MIGLIOR RISTORANTE EMERGENTE

Al ristorante guidato dal giovane cuoco Alessandro Rossi il premio della guida Venezie a Tavola consegnato dall’azienda agricola Giannit...