martedì 24 luglio 2018

Gemona, le città nascoste 2


Secondo appuntamento con Teatro in piazza, nell’ambito delle manifestazioni di “E_state in Centro” promosse dall’Ecomuseo delle Acque nel centro storico di Gemona. Si tratta di un laboratorio teatrale suddiviso in più incontri, il prossimo è in programma sabato 28 luglio in piazzetta Celotti situata tra il LAB Terremoto e via S. Giovanni (ritrovo alle 17 al LAB Terremoto in piazza Municipio 5). Il laboratorio si intitola Terre in Moto. Gemona, le città nascoste: concepito all’interno del tessuto urbano e incentrato sul tema del paesaggio, è prodotto dalla compagnia Teatro della Sabbia. Tre le opere a cui gli attori Caterina Comingio e Vincenzo Muriano si sono riferiti: Le città invisibili di Italo Calvino, Luoghi e paesaggi di Andrea Zanzotto, Il paesaggio e il silenzio di Eugenio Turri.
Lo scenario è quello del centro storico di Gemona città reale e immaginaria, il suo paesaggio nascosto sarà argomento di indagine, confronto e gioco teatrale. È un viaggio dell’immaginazione “dentro e fuori” gli spazi concreti della città, soprattutto quelli più lontani dallo sguardo quotidiano, per riappropriarsi di un’identità umana fatta di luoghi, segni, memorie.

Teatro della Sabbia, fondato da Vincenzo Muriano e Caterina Comingio, nasce nel 2005 nel segno di Italo Calvino con lo spettacolo “StazioneZero” ispirato a “Le città invisibili” e le successive produzioni “Calvinopolis - Il simbolo delle città in Italo Calvino - Azione scenica in 4 luoghi” , “Palomar” e “Il guizzo delle effimere”. Romanzi, racconti, novelle e testi teatrali sono materia viva su cui il gruppo sperimenta a tutto campo, con contaminazioni tra i diversi linguaggi artistici (“Orlando’s plays - places”, “Mozart in viaggio verso Praga”, “La lezione”, “Mémoires”, “Di-versi e di parole”). Organizza rassegne dedicate alla giovane drammaturgia inedita (“Impronte, tracce del presente”, “Paesaggi”, “Distanze - Itinerari teatrali nella letteratura di viaggio”), conferenze sceniche su teatro, fotografia, musica e pittura. Le ultime produzioni sono “Che fai tu, luna, in ciel?” per il 450° Anniversario dalla nascita di Galilei e Shakespeare, “Gli asparagi e l’immortalità dell’anima” di Achille Campanile, “Il pianto muto delle madri” e “E tu, madre” di Padre David Maria Turoldo con immagini fotografiche di Elio Ciol. “Solchi/Pasolini è il Luogo” è l’ultimo progetto in lavorazione per il debutto a Casarsa nel settembre 2018.

Nessun commento:

Posta un commento

Ecco l’hamburger d’oro da mille euro al chilo

L’idea del macellaio innovativo Antonio Di Sieno con la carne di Wagyu della prefettura di Kagoshima Un hamburger di Wagyu della pre...