lunedì 12 marzo 2018

L’associazione fondiaria, nuovo strumento per il recupero produttivo dei terreni montani


L’Ecomuseo delle Acque del Gemonese e il Comune di Montenars organizzano un incontro pubblico dal titolo “Associazione fondiaria. Uno strumento per la gestione comunitaria del bosco”. Il convegno, che si avvale del patrocinio dell'UTI del Gemonese e del GAL Open Leader, avrà luogo sabato 17 marzo nella sede municipale di Montenars con inizio alle 9.30. Interverranno Marco Bussone vicepresidente UNCEM Piemonte (“Le associazioni fondiarie per lo sviluppo e la crescita dei territori. Il superamento della frammentazione come antidoto allo spopolamento e all’abbandono della montagna” il titolo del suo contributo) e Luca Postregna sindaco di Stregna (“ASFO Erbezzo e il recupero dei terreni incolti a Stregna. La prima associazione fondiaria in Friuli Venezia Giulia e le prospettive delle norme regionali”).

L’incontro rientra nelle iniziative dell’ecomuseo finalizzate al confronto e al dibattito sui temi legati alla gestione partecipata del territorio. Dalle due mappe di comunità realizzate recentemente a Montenars è emersa la criticità relativa alla gestione del patrimonio boschivo del territorio comunale, tutto di proprietà privata e per buona parte abbandonato anche a causa del frazionamento fondiario. L'iniziativa si rivolge dunque agli amministratori, ai tecnici, ai proprietari dei fondi, con l'obiettivo di approfondire l'uso di uno strumento, l’associazione fondiaria, che può dimostrarsi efficace nel recupero produttivo e paesaggistico delle superfici montane. Nel Friuli Venezia Giulia le associazioni fondiarie sono riconosciute e sostenute per legge (L.R. 28/2017, art. 49 che modifica la L.R. 9/2007).

Nessun commento:

Posta un commento

A VILLA SELVATICO DI RONCADE IL PREMIO GIANNITESSARI-VENEZIE A TAVOLA COME MIGLIOR RISTORANTE EMERGENTE

Al ristorante guidato dal giovane cuoco Alessandro Rossi il premio della guida Venezie a Tavola consegnato dall’azienda agricola Giannit...