sabato 13 febbraio 2016

Francenigo,Borgo del Gusto : la Macelleria Gastronomia di Adolfo Mazzon

Correva l'Anno del Signore 1991 e Luigi Veronelli, direttore della rivista L'Etichetta, visitava l'AltoLivenza, per dedicare poi un ampio spazio informativo al territorio : AltoLivenza,Storie di Prima Pagina.
Fra le visite gustose, in quel di Francenigo (comune di Gaiarine), la Macelleria di Adolfo Mazzon.
Ricordandoci del luogo (che era nel frattempo divenuto uno dei luoghi del nostro previlegio),non potevamo mancare di inserirlo nel viaggio di Gaiarine,Borgo del Gusto, la spoeciale iniziative di informazione che accompagnerà la vita delle comunità di Francenigo e Gaiarine nel corso del 2016.

L'entusiasmo e la passione di Adolfo e della moglie Alda non sono mai venuti meno nel tempo.
La scelta delle carni al vivo (fin quando è possibile) ; la lavorazione e la proposta dei tagli secondo uno stile gastronomico innovativo ( “ la carne-scrivevamo nel 1991- viene interpretata secondo tutti i possibili gusti e in tutti i modi....I tempi veloci uccidono sempre di più la voglia di cucina: occorre saper fornire ai clienti i giusti stimoli per una diversificazione alimentare esigente”) ; il lavoro 'dietro' il banco, fatto di cortesia, disponibilità al dialogo, perchè il primo orientamento alimentare e le prime informazioni corrette passano proprio attraverso la 'voglia' e la competenza del macellaio.

Proprio per queste scelte la macelleria si è trasformata anche in gastronomia, capace di offrire ai clienti le carni cotte, cucinate con maestria, secondo le migliori tradizioni locali.
Nel frattempo il figlio, dopo il diploma alla Scuola Alberghiera, stà maturando esperienze all'estero, dalle quali ritornerà con idee, progetti capaci di infondere nuova linfa vitale nell'attività di famiglia.
La ruota del tempo gira, anche a Francenigo, ma con una costante : la qualità totale, come imperativo di vita.

Nessun commento:

Posta un commento

BORSE DI STUDIO INPS

Una nuova opportunità per partecipare al Master Design, creatività e pratiche sociali che  Politecnico di Milano e Cittadellarte ...