martedì 29 maggio 2018

ZAFFERANO LEPROTTO PARTNER DI MILANO FOOD CITY e protagonista dell’inaugurazione con il sindaco di Milano Sala e il presidente della Regione Lombardia Fontana e negli show cooking con i cuochi dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani


Per l’apertura di Milano Food City, Confcommercio Milano con il supporto di APCI – Associazione Professionale Cuochi Italiani ha ospitato “L’inaugurazione Conviviale – Le 7 Virtù del Cibo” nel cortile di Palazzo Bovara con uno showcooking dove il sindaco di Milano Giuseppe Sala, il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e il presidente di Camera di Commercio e Confcommercio Milano Carlo Sangalli si sono sfidati ai fornelli.


Divisi in tre squadre il Presidente Sangalli, il Sindaco Sala e il Presidente Fontana, coadiuvati dagli chef stellati Andrea Berton, Andrea Aprea e Claudio Sadler, hanno preparato dei “piatti della tradizione” ma antispreco utilizzando gli ingredienti di una Mistery box tra cui spiccava il pregiato ZAFFERANO LEPROTTO: il sindaco Giuseppe Sala, aiutato dallo chef stellato Andrea Berton, ha infatti realizzato un risotto con scampi impreziosito proprio da ZAFFERANO LEPROTTO.



Durante gli show cooking dei giorni successivi si sono alternati gli chef che hanno preparato piatti con ZAFFERANO LEPROTTO di cui riportiamo le ricette:

·         FRANCESCO PASSALACQUA chef di ESCO BISTRO MEDITERRANEO ha realizzato:
Insalata di primavera con bresaola della Valtellina IGP, formaggio Rossini Arrigoni Battista e fondente di cipollotto allo ZAFFERANO LEPROTTO

INGREDIENTI PER 4 PERSONE
1 mazzetto di barba dei frati
1 mazzo di asparagi verdi
1 mazzo di bietoline
2 manciate di piselli freschi
1 mazzetto di cipollotto di Tropea
1 bustina di ZAFFERANO LEPROTTO
100 gr. di bresaola tagliata in una fetta unica
100gr di Rossini Arrigoni Battista

Procedimento:

Pulire e affettare finemente il cipollotto. In un tegame con olio evo rosolare a fiamma bassa, aggiungere una bustina di ZAFFERANO LEPROTTO e 2 mestoli di brodo vegetale e cuocere per 15 minuti.
In acqua bollente salata sbollentare tuti gli ortaggi precedentemente puliti e tagliati a cubetti, eccetto per la barba dei frati da lasciare intera.
Frullare bene la salsa di cipollotto e ZAFFERANO LEPROTTO con un cucchiaio di olio e rettificare di gusto con sale e pepe.
In una padella antiaderente ben calda rosolare con olio il cubo di bresaola su entrambi i lati.
Disporre le verdure cotte nel piatto, aggiungere la bresaola tagliata a fette e il formaggio tagliato a piccoli pezzi. Condire e decorare con la salsa di cipollotto e servire.
·         MANOLO TERUZZI chef del DVCA che aprirà a luglio 2018 ha realizzato:
Medaglione di mortadella Bologna IGP in crosta di melanzane, crema di michetta, pistacchi e corallo di ZAFFERANO LEPROTTO

INGREDIENTI PER 4 PERSONE
4 medaglioni di mortadella diametro di 3 cm e alti 2
1 melanzana
1 Michetta
Rosmarino
Olio e.v.o, sale e pepe q.b.
200 ml di Brodo vegetale

Per la cialda (corallo)
30 gr di farina
30 gr di olio di semi
80 gr acqua
2 bustine di ZAFFERANO LEPROTTO

Procedimento:

Affettare le melanzane sottili e cuocere in forno caldo per 8 minuti a 180 gradi.
Avvolgere i medaglioni con le fette di melanzane e dorare in una padella antiaderente da entrambi i lati.
Preparare la crema di Michetta rompendola nel brodo vegetale e, dopo che si è ammollata, frullare con il mixer aggiungendo olio extravergine, sale e pepe fino ad ottenere una crema liscia.
Per la cialda allo ZAFFERANO LEPROTTO mixare gli ingredienti e cuocere in una padella antiaderente fino alla evaporazione dell’acqua, ottenendo l’effetto corallo.






·         ANDREA SCONFIENZA chef di TOMMASI ha realizzato:
Carbonara Milanese “Sciostrè” con mortadella Bologna IGP, Formaggio Rossini Arrigoni Battista e ZAFFERANO LEPROTTO

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

400 gr di spaghetti
350 gr di Mortadella Bologna IGP in fetta unica
350 gr di Rossini Arrigoni Battista
200 cc di panna o latte,
4 bustine di ZAFFERANO LEPROTTO
Sale, pepe nero e olio evo q.b.

Procedimento:

Ricavare dalla fetta di mortadella alta un cm una dadolata che va “croccantata” in padella mediamente calda con un goccio d’olio evo.
Fare sciogliere In una casseruola il formaggio Rossini Arrigoni Battista con l’aiuto di una noce di burro e tre cucchiai di latte ed aggiungere alla crema lo ZAFFERANO LEPROTTO.
Cuocere i paccheri in abbondante acqua non salata, per non dare troppa sapidità al piatto, mescolare con cura al condimento ed impiattare.
·         MARCO AMASI dell’OSTERIA BRUNELLO ha realizzato:
Riso allo ZAFFERANO LEPROTTO, fonduta di formaggio Rossini Arrigoni Battista, "tartare" di bresaola della Valtellina IGP marinata alle erbe e miele

INGREDIENTI PER 4 PERSONE
400 gr di Riso Carnaroli
200 gr di Panna
200 gr di Burro
200gr di Parmigiano
2 Scalogni
Vino bianco
Acqua calda
Pane Altamura
1 mazzetto di Erba cipollina
1 mazzetto di Timo
1 Limone
1 Arancio
100 gr di Uvetta passita
Miele acacia
5 bustine di ZAFFERANO LEPROTTO
2 etti di Bresaola in fette spesse
400 gr di Formaggio Rossini




Procedimento:

Tostare il riso con olio e poco burro, sfumare con vino bianco e procedere alla cottura con acqua calda. (In questo caso non serve nessun tipo di brodo perché il riso serve da base per gli altri ingredienti.)
A parte, appassire uno scalogno in olio e poco burro e sfumare sempre con del vino bianco per dare della acidità. Quando lo scalogno è appassito si aggiunge al riso.
Si aggiungono al riso 3 bustine di ZAFFERANO LEPROTTO e si porta a cottura. A metà cottura aggiungere l'uvetta ammollata e tagliata a pezzettini. Quando il riso è cotto, far riposare e mantecare con burro e parmigiano reggiano.
Sciogliere in una padella il formaggio Arrigoni Battista Rossini con un goccio di panna. Tagliare il pane a cubetti molto piccoli e tostare in padella con un po' di timo e olio extravergine di oliva.
Unire tutti gli ingredienti e comporre il piatto finale.

Nessun commento:

Posta un commento

PREMIO MACULAN 2019: TORNA IL CONCORSO PER IL MIGLIOR ABBINAMENTO DOLCE-SALATO

Una seconda edizione aperta a tutti, senza limiti d’età. La finale che decreterà la miglior ricetta salata abbinata ad un vino dolce sarà...