venerdì 19 luglio 2019

AL LEONARDO ROYAL HOTEL VENICE MESTRE L’OSPITALITÀ È DONNA

Servizi speciali per le donne che viaggiano – per piacere e per lavoro –
nella nuova struttura del Gruppo Leonardo che,
grazie alla sua posizione strategica, è il punto di partenza ideale
per scoprire il territorio veneto e italiano

Milano, luglio 2019.  Il fenomeno delle donne che viaggiano da sole è ormai una realtà consolidata e in crescita: secondo una ricerca realizzata da Newsweek, negli ultimi 10 anni questo è addirittura aumentato del 10% mentre solo lo scorso anno il Touring Club Italiano ne ha contate 1 milione e 400 mila. Che sia per lavoro o per piacere, le donne sono sempre alla ricerca di strutture che siano altamente recettive dei loro bisogni e che soddisfino, anche e soprattutto dal punto di vista pratico, le loro necessità: il Leonardo Royal Hotel Venice Mestre è il nuovo hotel del Gruppo Leonardo in cui, in un ambiente elegante e cosmopolita, spiccano proposte dedicate alla clientela femminile ricche di esclusive amenities pensate per soddisfare pienamente le esigenze della donna moderna.  

Alcune camere del Leonardo Royal Hotel Venice Mestre, infatti, sono women-friendly, caratterizzate cioè da un’attenzione tutta al femminile che comincia fin dagli arredi interni delle stanze tra cui spiccano morbidi cuscini, coperte accoglienti e tappezzerie raffinate che invitano, già dal primo colpo d’occhio, a godere del più autentico relax.
Ed è solo l’inizio! Dopo una lunga giornata di lavoro, cosa c’è di meglio che avvolgersi in un soffice accappatoio e dedicarsi alla cura del proprio corpo, magari scegliendo una maschera idratante nel beauty kit personalizzato presente in camera – che vanta un vero e proprio menu di prodotti di bellezza – e sfogliare la propria rivista preferita? Le camere women-friendly sono inoltre dotate di un grande e professionale make-up mirror e di asciugacapelli di ultima generazione: si è pensato a tutto.
Poca voglia di uscire? Nessun problema! Il room service propone un menu innovativo, con piatti sani tra cui scegliere il proprio pasto che sarà portato direttamente da personale femminile. 
Per chi non rinuncia alla forma fisica, invece, l’hotel offre alle sue ospiti l’accesso all'area fitness 24 ore su 24 per dedicarsi all'allenamento seguendo i propri ritmi personali come se si fosse a casa propria.
A questo si aggiungono un ristorante che vanta una proposta food di qualità e declinata sui sapori regionali, un lounge bar in cui godere di dj set e di serate a tema, senza dimenticare 3 sale meeting modulabili per un totale di 225 m² e un accesso al binario 1 della stazione seamless per raggiungere Venezia in brevissimo tempo.
E non è tutto. Le donne sono anche più curiose degli uomini di conoscere il territorio nel quale si trovano e il Leonardo Royal Hotel Venice Mestre, grazie alla sua posizione privilegiata, è il punto di partenza ideale per partire alla scoperta di nuovi luoghi o per diventare la base perfetta per raggiungere, in giornata, altre celebri località italiane. Se la Serenissima diventa una meta obbligata, meno scontato è il percorso nel cuore della regione veneta, alla ricerca per esempio delle eccellenze enogastronomiche locali: una per tutte, le bollicine del Prosecco, le cui colline che circondano Mestre sono appena state proclamate dall'Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Il territorio è sempre stato molto vivace dal punto di vista imprenditoriale: oltre alle tante aziende vinicole e distillerie, meritano una segnalazione anche Luxottica, con sede a Belluno, Geox a Montebelluna e Replay a Asolo.

Sono da includere tra le tappe del proprio viaggio alla scoperta del Veneto itinerari artistici e culturali in città come Verona (resa immortale da Shakespeare con la storia di Romeo e Giulietta), Vicenza (dove spicca il patrimonio lasciato in eredità ai concittadini da uno dei più grandi architetti del Cinquecento, Andrea Palladio), Padova (ricca di luoghi d’interesse, tra i quali spicca la Cappella degli Scrovegni, l’opera più bella mai realizzata da Giotto).
Le colline venete sono inoltre ricche di castelli e antiche ville – come, appunto, quelle palladiane – alcune delle quali sono protette dall'Unesco. Vale la pena visitare anche mete meno conosciute dal turismo di massa, ma non per questo meno interessanti, come Treviso, Rovigo, Belluno; da considerare sono anche alcuni centri minori della Marca Trevigiana, come Asolo, la “città dei mille Orizzonti”, uno dei borghi più belli d’Italia, e Possagno, piccolo comune patria di un altro grande artista, lo scultore Antonio Canova (qui, infatti, ha sede il Museo Canova).

Per chi ama la natura e l’aria aperta, invece, la regione offre panorami mozzafiato: dalle Dolomiti, all'Altopiano di Asiago e ai parchi naturali, senza dimenticare le Prealpi, le montagne della Lessinia e aree naturali protette.

Le viaggiatrici più sportive apprezzeranno di trovarsi al centro delle piste ciclabili e dei percorsi immersi nella natura più suggestivi d’Europa – come la Monaco-Venezia, la nuova pista ciclabile che collega Monaco di Baviera, la metropoli più meridionale della Germania, con la città lagunare – senza dimenticare la vicinanza del mare che rende possibili lunghe nuotate e bagni di sole nelle spiagge più amate dai turisti di tutto il mondo, come quelle dorate di Jesolo, Eraclea, Caorle, Bibione, Lignano Sabbiadoro: molte di queste sono raggiungibile in 40 minuti di treno da Mestre. Le proposte sono molte e allettanti… sarà davvero difficile scegliere!

Nessun commento:

Posta un commento

Dal 19 al 22 aprile Tinazzi a Vinitaly con nuove annate e un nuovissimo packaging

L’appuntamento di Verona, a cui il gruppo partecipa da oltre 40 anni, sarà presente con due stand in Veneto e Puglia. Nuove bottiglie...